Skip to main content
Lo spot del NCD Usa

Ncd: in Italia è un partito, in Usa un disintossicante

Il parafarmaco americano NCD che ha la stessa sigla del nuovo partito di Angelino Alfano
Il parafarmaco americano NCD che ha la stessa sigla del nuovo partito di Angelino Alfano

In America lo chiamano «Natural Cellular Defence», in sigla NCD. È un prodotto disintossicante in gocce venduto per espellere le tossine che si accumulano nell’organismo. In particolare quelle originate da metalli pesanti, come mercurio, piombo e alluminio. «Attaccano le difese del nostro corpo causando invecchiamento, mal di testa stanchezza e facendoci ammalare» dice la pubblicità della ditta produttrice che ha sede in Florida.

In Italia il «Nuovo Centro Destra», in sigla NCD, è il nuovo partito fondato da Angelino Alfano, Può darsi che nella fretta questa omonimia possa essere sfuggita alla squadra del vice premier, presa comprensibilmente da problemi più pressanti ed immediati.

Lo spot del NCD Usa
Lo spot del NCD Usa

Continuando però a leggere lo spot del parafarmaco americano, si rileva che, contro le tossine, «la soluzione è Natural Cellular Defence, la prima Zeolite liquida (…) una struttura cristallina unica complessa a nido d’ape formata da cavità e canali». In pratica «la Zeolite funziona come una calamita attirando le tossine verso di lei, imprigionandole nella sua gabbia e espellendole dal corpo».

Se non è utilizzabile per un programma politico, poco ci manca. Soprattutto quando la pubblicità conclude dicendo «Natural Cellular Defense is the most effective detox on the planet» ovvero «Ncd è il più efficace disintossicante del pianeta».

Applicando la Zeolite del parafarmaco americano alle vicende della politica italiana, il nuovo partito di Alfano potrebbe davvero presentarsi come il «ripulitore» e «rigeneratore» del vecchio e stanco centro destra di casa nostra. Solo così si spiega la scelta, tanto poco felice ed inopportuna di un movimento che comincia con l’aggettivo «nuovo». Che, da che mondo è mondo, sta solo a significare che il vecchio è andato male. Come quando si fonda una società o si avvia un’attività dalle ceneri di un’altra. Non di rado l’epilogo è uguale al precedente.

Il Vice premier Angelino Alfano
Il vice premier Angelino Alfano

A questo si aggiunge la difficoltà di pronuncia della sigla Ncd. Con che articolo si accompagna? «Il Ncd» o «L’Ncd»? In entrambi i casi l’italiano, specie quello scritto, grida vendetta. Ed i suoi iscritti e simpatizzanti come si chiameranno? La risposta più logica, a questo punto, sarebbe «Zeoliti». Ma non è facile da spiegare agli elettori.

Ora sul tavolo di Alfano, dopo la nota questione che il marchio «Il nuovo centrodestra» è già stato registrato dal finiano Italo Bocchino e resta di proprietà di quest’ultimo per 5 anni, potrebbe arrivare la nuova grana dell’omonimia con il prodotto parafarmaceutico americano e di possibili reclami della ditta produttrice. Per la nuova formazione politica è un inizio, almeno sul piano logistico, tutto in salita.

 

 

Alfano, Ncd, Nuovo Centro Destra


Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741