La strage di Prato, indagato l’italiano proprietario del capannone

La tragedia in via Toscana al Macrolotto
La tragedia in via Toscana al Macrolotto
La tragedia in via Toscana al Macrolotto

PRATO – Un avviso di garanzia per il rogo della fabbrica del Macrolotto di Prato in cui sono morti 7 lavoratori cinesi è stato consegnato a Giacomo Pellegrini, socio accomandatario della Mgf, società immobiliare di Firenze proprietaria anche del capannone in cui si è sviluppato l’incendio.

I reati contestati a Pellegrini, unico italiano indagato insieme alla titolare cinese dell’azienda e a tre asiatici gestori occulti responsabili di fatto della ditta di pronto-moda andata a fuoco, sono disastro colposo, omicidio colposo plurimo e rimozione e omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro.

I quattro indagati cinesi devono invece anche rispondere di sfruttamento di manodopera clandestina. Il sostituto procuratore di Prato Lorenzo Gestri disporrà martedì l’autopsia su tutti e sette i resti delle vittime.

cinesi, fabbrica, incendio, indagato, morti, prato, procura


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080