Skip to main content
Cure2Children

«Un Fantastico Via Vai» per «Cure 2 Children»

Cure2Children
Cure2Children

FIRENZE – Frammenti di un film, per donare un aiuto concreto ai bambini affetti dal neuroblastoma. Il regista Leonardo Pieraccioni ha contribuito alla realizzazione del calendario 2014 «Un Fantastico Via Vai per… Cure 2 Children».

Un gesto importante, per un regalo di speranza contro questa malattia oncologica, principale cause di morte per cancro nei bambini.

Il regista e attore toscano ha donato alla «Fondazione Cure 2 Children» gli scatti fotografici del suo nuovo film, «Un fantastico via vai», in uscita nelle sale italiane giovedì 12 dicembre.

L’intero ricavato sarà destinato al Progetto della Fondazione «Global Neuroblastoma Network», un’equipe mondiale di 249 professionisti – medici e infermieri – che dal 2011 proseguono verso la formazione e l’ applicazione di programmi terapeutici e diagnostici avanzati nei paesi emergenti.

Il calendario «Un Fantastico Via Vai per… Cure 2 Children», realizzato a costo zero grazie ai numerosi sostenitori, è disponibile in tutte le edicole di Firenze, Prato e Province. E’ anche possibile richiederne una copia alla fondazione scrivendo una mail a info@cure2children.org. Sul sito della fondazione è scaricabile la versione digitale.

Il calendario sarà inoltre distribuito nelle sale cinematografiche che proietteranno in anteprima «Un fantastico via vai». Al Multisala The Space, martedì 10 dicembre e al Multisala UCI di Arezzo, mercoledì 11 dicembre.

Un fantastico via vai, Leonardo Pieraccioni
Un fantastico via vai, Leonardo Pieraccioni

UN FANTASTICO VIA VAI– In questo film, Leonardo Pieraccioni racconta la gioventù, la vita degli studenti universitari dal punto di vista di un cinquantenne.

E’ una storia che di fondo si riallaccia a un dato di fatto: a una certa età non si è più i ragazzini di una volta.

Lui è Arnaldo Nardi, un uomo sposato con due figlie gemelle, che a causa di un grosso equivoco, si ritrova a dover convivere con quattro ragazzi che studiano all’università.

Un salto indietro nel tempo, una serie di problemi giovanili da risolvere e un mix di emozioni che Pieraccioni ha voluto comprimere in questo suo nuovo film. L’idea è nata a seguito dei diversi incontri tenuti dal regista con gli studenti delle università per parlare del suo lavoro. Sono stati la loro luce e la loro energia ad aver tirato fuori la voglia di volerli raccontare.

In «Un fantastico via vai», la cui sceneggiatura è stata scritta da Pieraccioni assieme a Paolo Genovese, troviamo gli amici comici di sempre. Giorgio Panariello interpreta il padre xenofobo che ha la fissazione per un chihuahua e Massimo Ceccherini ha il ruolo di un investigatore costretto a travestimenti assurdi –da tirolese, da cespuglio. Le due enew entry sono Maurizio Battista e Marco Marzocca, i due colleghi di Arnaldo, definiti da Pieraccioni i «Blues Brothers dei poveri».

Nel film il regista e attore ha voluto inserire anche dei riferimenti al suo passato, un legame esplicito nella ripresa di una scena del film «I Laureati» del 1995.

 

Cinema, Cure2Children, Pieraccioni, Un Fantastico Via Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741