Aeroporti, il sindaco di Pisa infuriato con la Regione dopo l’intervista di Riggio a FirenzePost sul potenziamento di Peretola

L'aeroporto Galilei di Pisa
L'aeroporto Galilei di Pisa
L’aeroporto Galilei di Pisa

FirenzeL’intervista di Vito Riggio a FirenzePost sul potenziamento dell’aeroporto di Peretola, che avverrà sulla base del piano nazionale degli aeroporti, ha provocato la reazione di Marco Filippeschi, sindaco di Pisa. Che ora chiede alla giunta regionale di ritirare la delibera che stabilisce la vendita dell’11% delle azioni di Sat, la società che gestisce l’aeroporto pisano Galilei. Azioni che dovrebbero essere acquisite da Corporacion America, il gruppo del magnate armeno argentino Eduardo Eurnekian, che dopo aver acquisito il controllo dello scalo fiorentino di Peretola ha lanciato l’Opa per quello di Pisa. Ma indipendentemente dal passaggio del pacchetto azionario, il presidente dell’Enac ha detto a FirenzePost che la scelta di potenziare l’aeroporto di Firenze, anche attraverso la costruzione la nuova pista da 2.400 metri, rientra nel superiore interesse nazionale. Cioè una scelta strategica per il rilancio anche economico del Paese. Una scelta già indicata dal piano nazionale degli aeroporti che prevede un polo toscano capace di far volare 11-12 milioni di passeggeri l’anno (7 milioni da Pisa e 4-5 milioni da Firenze). Non a caso, essendo inseriti nella cosiddetta serie A degli aeroporti, Peretola e il Galilei hanno diritto ai finanziamenti internazionali, capaci di creare sviluppo e nuovi posti di lavoro. Molti posti di lavoro: si pala di alcune migliaia in più sia a Firenze che a Pisa.

Ma Filippeschi attacca: «Ora che il gioco è clamorosamente scoperto c’è il dovere di dare una svolta alla vicenda. La giunta regionale, brutalmente smentita, ritiri la delibera e il consiglio regionale si pronunci con chiarezza contro la scelta distruttiva che si annuncia, con un abuso di potere mai visto prima che sovverte ogni pianificazione approvata dalla Regione. Vito Riggio ha detto la verità che si vuole negare ma che evidentemente non si può nascondere».

Attraverso la nota ufficiale, Filippeschi sottolinea che la soluzione più temuta per il Galileo Galilei, è proprio il potenziamento di Peretola con la pista da 2.400 metri.Di qui la rinnovata richiesta al presidente Rossi di fare marcia indietro, ritirando la delibera con la quale la Regione aderisce all’Opa di Eurnekian per la società Sat che gestisce l’hub pisano. Ma l’integrazione fra i due aeroporti toscani, come detto, rientra nel piano nazionale che il ministero dei trasportui e l’Enac intendono portare avanti con l’obiettivo di far volare di nuovo l’Italia. In tutti i sensi.

 

aeroporto galilei, Filippeschi, Peretola, Riggio


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: