Italia-Inghilterra, sabato mezzanotte di fuoco a Manaus. De Sciglio infortunato, rischio rientro

Mario Balotelli e Ciro Immobile2
Mario Balotelli e Ciro Immobile

SAN PAOLO – Oggi si è inaugurato il mondiale brasiliano, con il contorno di scontri e feriti. Jennifer Lopez e altre bellezze hanno animato lo spettacolo inaugurale, definito dimesso ma comunque degno della torcida ardente sugli spalti.
ITALIA – L’Italia è a -2 dalla gara iniziale con gli inglesi, fondamentale per il nostro mondiale, e continua la preparazione, sotto la guida di Prandelli. Oggi anche la compagna del C.T., Novella Benini, ha assistito all’allenamento degli azzurri. Brutte notizie: un infortunio a De Sciglio rischia di tagliare fuori il terzino del Milan, che sarà sicuramente assente con gli inglesi. Ma si paventa anche la possibilità di sostituirlo nell’elenco dei 23 prima dell’esordio, termine ultimo per tali operazioni. Gli subentrerà il difensore dell’Inter Ranocchia.La difesa, già sotto accusa per le troppe reti subite, perde un componente che certo non sarà un fulmine di guerra, ma almeno può giocare sia a destra che a sinistra. E anche questa rischia di essere un’assenza spiacevole nell’ottica del prudente schema 4 – 1 – 4 – 1 con il quale Prandelli sembra voler affrontare i bianchi d’oltremanica.
DIFESALa nostra retroguardia dovrà guardarsi soprattutto dai colpi di testa degli inglesi. Barzagli afferma: “Dovremo stare molto attenti al gioco aereo, sulle punizioni e sui calci d’angolo, loro sono forti e pericolosi per come battono i calci piazzati, sono bravi a far gol di testa. Questi sono dettagli importanti che non dovremo sbagliare”. In particolare l’attenzione dovrà esser rivolta a Wayne Rooney. “E’ un giocatore internazionale, di grande esperienza e qualità, ma l’Inghilterra ha tre o quattro giocatori molto importanti, veloci, ha un attacco molto forte e dovremo essere molto attenti”.
INGHILTERRAPassando al campo avversario, il portiere dell’Inghilterra Joe Hart ha affermato che i bianchi non temono la nostra nazionale: “Ci sentiamo pronti, siamo un gruppo unito”. Nessuna paura per l’esordio mondiale contro l’Italia in programma sabato sera all’Arena Amazonia di Manaus. Concetto ribadito dal suo compagno, il difensore del Chelsea Gary Cahill, che esprime il suo rispetto per la formazione di Prandelli: “Hanno in rosa giocatori di grande valore ma certamente non li temiamo, sarà importante vedere cosa faremo e l’approccio che avremo alla gara. La chiave sarà quella di essere ben organizzati e solidi in difesa”.
Per prepararsi al meglio al caldo umido di Manaus la Nazionale guidata da Roy Hodgson ha effettuato parte della preparazione a Miami. Noi invece abbiamo preparato l’acclimatamento a Coverciano nella casetta apposita fabbricata da un artigiano di Reggello.
BALOTELLI Saranno essenziali per noi la tenuta della difesa e la resistenza fisica al clima caldo e umido. Dovremo far correre molto la palla, e aiuteranno in questo i lanci di Pirlo e De Rossi . Così come la potenza fisica e la classe di Balotelli, che da solo potrebbe impegnare l’intera difesa di Albione, sempre se sarà in serata e se non cederà alla voglia di prendersela con chiunque capiti sulla sua strada, men che meno con l’arbitro. A proposito, l’arbitro sarà Bjorn Kuipers, che ha diretto la finale di Coppa dei Campioni e ha espulso Simeone. Un tipo da prendere con le molle. Se SuperMario non rispondesse appieno alle aspettative di Prandelli e dei tifosi, Ciro Immobile è pronto a scendere in campo per cercare di continuare a suon di gol questa sua magica stagione. E speriamo che dietro a tutti Gigi Buffon compia i consueti miracoli. Ma fra 48 ore soltanto un pensiero, soltanto un grido: “Forza azzurri”.

Inghilterra, Italia, Mondiali 2014


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080