La sua Colombia negli ottavi (sabato alle 22) contro l'Uruguay

Mondiali 2014: Cuadrado finora è stato il migliore fra gli stranieri d’Italia

di Paulo Soares - - Sport

Cuadrado, gioiello della Fiorentina, brilla anche al Mondiale brasiliano

Cuadrado, gioiello della Fiorentina, brilla anche nel Mondiale brasiliano

RIO DE JANEIRO – Toccherà a Juan Guillermo Cuadrado cercare di vendicare l’Italia. La sua Colombia giocherà infatti gli ottavi di finale del Mondiale brasiliano, sabato alle 22 ora italiana, contro l’Uruguay dello squalificato Suarez “Hannibal”. Atmosfera bollente nel clan uruguagio, dove tutti sono arrabbiatissimi con la commissione disciplinare della FIFA per la sanzione (9 giornate di stop più quattro mesi di lontananza dal calcio) inflitta al centravanti, fra l’altro morsicature recidivo.

CUADRADO – Il  gioiello che molti grandi club vorrebbero strappare alla Fiorentina, è, insieme a Mertens, De Jong, Pogba e Gervinho, uno dei pochi giocatori del campionato italiano capaci di farsi ammirare in Brasile. Dei 60 giocatori stranieri delle squadre italiane rimangono

presenti in 13 delle 16 squadre qualificate (salvo Messico, Costa Rica e Stati Uniti) mentre erano titolari in 7 delle 15 squadre eliminate. Ma molti non sono mai entrati, altri hanno giocato spiccioli di partita, in pochi hanno lasciato il segno. Partendo dalle squadre eliminate, positivo, in linea con la stagione nella Roma, il bilancio di Gervinho, autore di due gol e un assist con la Costa d’Avorio. A corrente alternata, ma autore di un gol e un assist, anche l’altro romanista, Pjanic, con

la Bosnia, mentre Lulic non ha inciso.

HONDA – Un gol e un assist anche per il milanista Honda nel Giappone, che è andato meglio dell’interista Nagatomo. Lo juventino Asamoah ha dato un buon contributo al Ghana, mentre il milanista Muntari ha rovinato tutto facendosi cacciare, insieme a Boateng, per insulti al tecnico Appiah. Una buona partita per i napoletani Reina e Albiol nella Spagna e per il laziale Postiga nel Portogallo.

MERTENS – Dei 46 qualificati agli ottavi di finale, il migliore è stato indubbiamente Cuadrado: un rigore, due assist, prestazioni scintillanti in una Colombia che sogna la semifinale. Con lui molto bene il 38/enne atalantino Yepes, sufficienza stiracchiata per Zapata, Zuniga, Ibarbo e Guarin (dal quale si aspetta molto di più). Protagonista anche il napoletano Mertens, nel Belgio, che si e’ conquistato il posto in squadra con giocate effervescenti e un gran gol all’Algeria. Bene nella Francia Pogba, che si è procurato un rigore e un assist e lavora molto bene per Benzema e Giroud. Klose nella Germania ha giocato poco ma ha siglato il pari col Ghana raggiungendo a quota 15 gol Ronaldo nella classifica di tutti i tempi.

VIDAL – In crescita, dopo l’infortunio, l’altro juventino,  Vidal, in un Cile positivo, che affronterà i Brasile di Neymar, e buono l’apporto del suo compagno Isla. Fra i migliori nelle tre gare della sorprendente Olanda il milanista De Jong, sgobbone laborioso per la stella Robben.

A corrente alternata i tre svizzeri Lichtsteiner, Inler e Behrami, gli argentini Higuain e Fernandez (pochi spiccioli di gara per Palacio e Alvarez), gli uruguayani Caceres e Gonzales,

i greci Torosidis e Kone, prove discrete per l’algerino Mesbah e il nigeriano Onazi. Un’espulsione per il fiorentino della Croazia, Rebic, mentre nel Brasile solo 30′ per Hernanes e tre

panchine per Maicon e Henrique. E ora, sia pure senza l’Italia, si continua. Cuadrado promette di eliminare l’Uruguay.

 

Tag:, ,

Paulo Soares

Paulo Soares

redazione@firenzepost.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: