Firenze, i prezzi delle case continuano a scendere. Ecco le nuove quotazioni quartiere per quartiere

 

immobili_firenze
FIRENZE – Continua a Firenze la discesa dei prezzi di vendita delle case, anche se non più così repentina come in passato. Così come quella dei canoni di locazione delle abitazioni. A dirlo in un rapporto dedicato al mercato residenziale del capoluogo toscano è l’Istituto indipendente di studi e ricerche «Scenari Immobiliari».

COMPRAVENDITE  – Le compravendite in città «hanno patito la crisi – spiegano i ricercatori di Scenari Immobiliari -, scendendo a un totale di 3.680 a fine 2013. Ma i primi mesi dell’anno in corso hanno messo in luce un’inversione di tendenza, sia pur timida. A fine 2014 si stima si raggiungeranno le 3.800 compravendite complessive in città».

GUADAGNI IN CALO – Il fatturato delle compravendite, tuttavia, risente della contrazione di canoni e prezzi medi di vendita. Ciò significa che, malgrado la prevista ripresa degli scambi nel settore residenziale, secondo le stime di Scenari Immobiliari il fatturato scenderà ulteriormente, fino ad assestarsi a fine 2014 sulla cifra complessiva di un miliardo e 70 milioni di euro.

LUSSO – In questo quadro di precaria ripresa, un ruolo a parte lo giocano gli immobili di lusso, una fascia di mercato che storicamente risente molto meno della crisi economica. Il centro di Firenze resta la zona più ambita dagli investitori di livello medio-alto sia italiani che stranieri, che vedono nell’acquisto di una casa nei quartieri più prestigiosi, come in zona Duomo o San Frediano, un investimento che nel corso del tempo ripagherà senz’altro la spesa affrontata.

DUOMO-SIGNORIA-TORNABUONI – Nella mappa di «Scenari Immobiliari», in zona Duomo, Signoria e Del Moro le quotazioni degli immobili possono superare nettamente i 10 mila euro al metro quadrato e nel corso degli ultimi anni non hanno cessato di aumentare, nonostante la sostanziale immobilità del mercato. Il «valore di massima frequenza» dei beni, nell’ambito delle compravendite effettive sul mercato, si assesta però su una cifra attorno agli 8 mila euro e cinquecento euro. Quotazioni alte anche a San Frediano, Ognissanti, Santa Maria Novella, Pian dei Giullari e Poggio Imperiale, dove i valori massimi sono superiori agli 8 mila euro; leggermente più basse le quotazioni massime a Santa Croce e piazza Piave, a quota 7.700 euro, e a Porta Romana, a 7.300 euro.

CURE-CAMPO MARTE-COVERCIANO – Più appiattito l’andamento dei prezzi nelle zone del semicentro e della periferia, previsto comunque in rialzo a partire dal 2015. Le quotazioni massime a Campo di Marte, alle Cure e nella zona di Coverciano si assestano attorno ai 6 mila euro al metro quadrato. A Careggi e a Rifredi i valori massimi delle quotazioni sono fra i 5 e i 6 mila euro.

NOVOLI-SOFFIANO-CASTELLO – In queste tre zone periferiche i valori massimi ai quali acquistare un immobile, secondo Scenari Immobiliari, si assestano su cifre fra i 4,5 e i 5 mila euro. Quotazioni massime più basse, sui 3,3 mila euro, a Peretola e Petriolo.  

Firenze, mercato immobiliare


Domenico Coviello

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080