Giovedì 24 e venerdì 25 luglio a «Le Murate»

Firenze, musica dal Sahara (a ingresso libero) con «Festival au Désert – presenze d’Africa». E la diva Oum

di Marianna Feo - - Cultura

Festival au Désert - presenze d'Africa

Festival au Désert – presenze d’Africa

FIRENZE: Al via la quinta edizione del «Festival au Désert – presenze d’Africa», che porta a Firenze le note accese della musica del deserto.

Dopo l’anteprima dei ritmi del Mali con «Amadou & Mariam», lo scorso 26 giugno al «Teatro Romano di Fiesole», il festival apre giovedì 24 fino a venerdì 25 luglio, presso il complesso «Le Murate», con una carrellata di concerti a ingresso gratuito, a partire dalle ore 19.

IL FESTIVAL: Per la prima volta in Italia, giungerà la diva marocchina Oum, nota in Europa come «Soul of Morocco», che tra il darija – il dialetto marocchino – e l’inglese, riesce a parlare d’amore, speranza e libertà tra i suoni del soul e del jazz.

OMU duetterà con Ginevra Di Marco – artista toscana con alle spalle collaborazioni da Battiato a Capossela – per  dialogare le tradizioni di tutto il mondo, accompagnate dal compositore e pianista Francesco Magnelli.

Sul palco si esibiranno anche il cantante e chitarrista Ahmed Ag Kaedi, del gruppo tuareg «Amanar»,  fondato nel 2005 nella regione di Kidal.

Nel 2012 il gruppo è poi fuggito – rifugiandosi in Algeria, in Niger e nella capitale maliana Bamako – in seguito allo scoppio di un conflitto ancora in corso, a causa del quale la musica è stata vietata in tutto il nord del Mali.

Dal suo esilio, Ahmed Ag Kaedi interpreterà non solo la ricchezza culturale, ma anche le sofferenze e le rivendicazioni dei tuareg.

Al Festival parteciperanno il musicista francese Sandro Joyeux, che  reinterpreterà i brani dell’artista maliano Boubacar Traoré, il gruppo Voodoo Sound Club, con il loro inconfondibile afrobeat e il chitarrista di Jovanotti Riccardo Onori.

Si ascolteranno poi i ritmi e le armonie berbere di Said Tichiti,  il jazz di Dimitri Grechi Espinoza e altri ancora

Nei giorni del Festival sarà possibile  assistere alle prove generali dei musicisti, alle ore 11 nella «Sala Vetrata» de «Le Murate. Progetti Arte Contemporanea», su prenotazione contattando il numero 055 2638480.

Oltre ai concerti, si svolgeranno incontri di approfondimento e workshop sulla musica e la cultura africana tenuti dai musicisti ospiti.

INFORMAZIONI: Il «Festival au Désert – presenze d’Africa» è realizzato da Fondazione Fabbrica Europa, in collaborazione, tra gli altri, del Comune di Firenze e della Regione Toscana.

Per informazioni sulla manifestazioni è possibile contattare il numero 055 2638480, o inviare una e-mail a info@fabbricaeuropa.net.

 

PROGRAMMA FESTIVAL SU DE’SERT – PRESENZE D’AFRICA

Piazza delle Murate, Complesso Le Murate, Firenze
ingresso libero

  • Giovedì 24 luglio

ore 19   «Il deserto e il diritto all’acqua» incontro in collaborazione con Water Right Foundation
ore 20   proiezione «Playing for change»
ore 21   SANDRO JOYEUX (Francia/Italia) plays Boubacar Traoré
ore 21.30   AHMED AG KAEDI (Mali), chitarra + RICCARDO ONORI, chitarra
ore 22   VOODOO SOUND CLUB + AHMED AG KAEDI, chitarra

  • Venerdì 25 luglio

ore 19   proiezione del film «Toumast – Guitars and Kalashnikovs» di Dominique Margot
ore 20   Incontro «MALI» con Manny Ansar (Direttore Festival au Désert di Timbuktu)
ore 21   SAID TICHITI (Marocco) guembrì, DIMITRI GRECHI ESPINOZA, sax
ore 21.30   OUM (Marocco), voce; DAMIAN NUEVA, basso; FETTAH EL HOUSSAINI, percussioni
ore 22   GINEVRA DI MARCO, voce; FRANCESCO MAGNELLI, tastiere
ore 22.30   AZALAI – Musiques du Monde. Con: OUM, voce; SAID TICHITI, guembrì
AHMED AG KAEDI, chitarra; DAMIAN NUEVA, basso; FETTAH EL HOUSSAINI, percussioni
ANDREA MELANI, batteria; RICCARDO ONORI, chitarra; DIMITRI GRECHI ESPINOZA, sax

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.