Fisco: ecco il fac simile del nuovo modello 730 che arriverà a casa precompilato

Il nuovo modello precompilato
Il nuovo modello precompilato

ROMA – Il Governo svela il modello della nuova dichiarazione dei redditi. Entro il 15 aprile, oltre ai dati sui redditi da lavoro e di quelli immobiliari, il fisco indicherà altre informazioni. Ci saranno gli interessi passivi sui mutui (per 3,2 milioni di dichiarazioni), i premi per le assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni (per altre 4,2 milioni) e i contributi previdenziali (per 600 mila dichiarazioni). A conti fatti l’85% dei moduli conterrà anche una indicazione di detrazioni e deduzioni. Qualche dato di dettaglio lo ha fornito il direttore dell’Agenzia delle Entrate in una recente audizione. I precompilati nel 2015 saranno 19.985.976 e di questi 5,6 milioni (il 28,3%) riguardano modelli da confermare o modificare.

ON LINE – A partire dal 15 aprile di ciascun anno l’Agenzia delle Entrate metterà dunque a disposizione online la dichiarazione precompilata. Il contribuente potrà accettarla così com’è oppure modificarla, rettificando i dati comunicati dall’Agenzia e/o inserendo ulteriori informazioni. Il cittadino potrà accedere alla propria dichiarazione direttamente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, potrà delegare il proprio sostituto d’imposta (se presta assistenza fiscale), un centro di assistenza fiscale o un professionista abilitato.

ELABORAZIONE – Per l’elaborazione della dichiarazione precompilata, l’Agenzia delle Entrate utilizzerà le informazioni disponibili in Anagrafe tributaria (ad esempio la dichiarazione dell’anno precedente e i versamenti effettuati), i dati trasmessi da parte di soggetti terzi (ad esempio banche, assicurazioni ed enti previdenziali) e i dati contenuti nelle certificazioni rilasciate dai sostituti d’imposta con riferimento ad esempio ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e ai compensi per attività occasionali di lavoro autonomo.

SANITÀ- Inoltre, grazie al sistema “Tessera Sanitaria”, a partire dalla dichiarazione dei redditi 2016 (anno d’imposta 2015) nella dichiarazione precompilata confluiranno anche i dati relativi alle spese sanitarie che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni d’imposta.

TEMPISTICA- A partire dal 2015 (periodo di imposta 2014) vengono unificate le scadenze per il 730 al 7 luglio, sia se il modello viene presentato direttamente dal contribuente, sia se viene presentato tramite sostituto d’imposta, Caf o professionista. Il 7 luglio rappresenta il termine anche per la consegna ai contribuenti della dichiarazione elaborata dai sostituti, dai Caf e dai professionisti (in ogni caso la dichiarazione va consegnata al contribuente prima dell’invio all’Agenzia delle Entrate, al fine di garantirgli la disponibilità della dichiarazione prima della trasmissione), e per la trasmissione in via telematica dei dati contenuti nelle dichiarazioni presentate ai sostituti, ai Caf e ai professionisti.

dichiarazione, modello precompilato, redditi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080