Hanno aperto i battenti Inge Feltrinelli e il sindaco Nardella

Firenze: inaugurata la Nuova Libreria Feltrinelli alla stazione di Santa Maria Novella

di Rebecca Romoli - - Cronaca, Cultura, Economia

Il Sindaco Nardella assieme alla Signora Inge Feltrinelli

Il Sindaco Nardella assieme alla Signora Inge Feltrinelli

FIRENZE – Tre piani, 30 mila titoli per il terzo negozio del gruppo Feltrinelli a Firenze: questa è Feltrinelli Express. Un negozio che più che una libreria sarà un pit-stop per i pendolari, i viaggiatori e soprattutto per i lettori compulsivi. Italiani, stranieri, viaggiatori, turisti o  cittadini che adorano le librerie e sono sempre a caccia di qualche titolo gustoso. A quasi otto mesi dall’apertura del Punto Red in Piazza della Repubblica, arriva una nuova apertura per il gruppo editoriale milanese che fa parte di un grande progetto di riqaulificazione del 4 snodo ferroviario italiano.

A dare il benvenuto alla nuova libreria, Inge Feltrinelli, Presidente di Giangiacomo Feltrinelli Editore e Carlo Feltrinelli Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, assieme al Sindaco Dario Nardella, ai vertici di Ferrovie dello Stato e a molti cittadini curiosi. Il nuovo store sorge a tre passi dall’ammiraglia di via Cerretani ed è in qualche modo il gioiello che completa la nuova galleria commerciale che viene inaugurata due ore prima circa.

Assieme ai libri anche una caffetteria ed uno spazio alimentare, e tutte le novità in fatto di cartoleria, in perfetto stile made in Usa. Apertura no stop dal lunedì alla domenica dalle 7 alle 22,00.
Oltre 600 metri quadri in cui troveranno spazio le novità letterarie, gli ever green, ma anche un reparto per i più piccoli, assieme a fumanti caffè, brioches calde e sandwiches da acquolina in bocca. Nel nuovo punto vendita ampio spazio anche al cinema, alla musica e all’home video. Il tutto condito con wifi gratuito.

Non solo libri, o enogastronomia, ma anche la possibilità di recuperare degli spazi storici per tutta la cittàdinanza. Riavere alcune importanti opera d’arte come le due tempere di Ottone Rosai,e due pannelli di Mario Romoli, che sono esposti nella nuova libreria che occupa gli spazi che originariamente erano destinati ad un ristorante. Pitture che sono state recuperate e restaurate a spese del Gruppo e che da questa sera sono di nuovo visibili per il grande pubblico.

Una curiostià negli arredi, sopra ogni scaffale ci sarà un frase di un personaggio famoso, non necessariamente legato al mondo letterario. Da Gianna Nanni a Paolo Sorrentino, Dante Alighieri, Leonardo da Vinci, e anche Amy Winehouse, scomparsa prematuramente con una delle sue frasi più significative “non stare troppo tempo a chiederti chi sei. Cosa fai o cosa ti piace. Sii solo felice”.

Tag:, , ,

Rebecca Romoli

Rebecca Romoli

Giornalista
rebecca.romoli@gmail.com

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.