La tendenza è per piccoli pensieri a basso costo. Le previsioni di Confesercenti

Firenze: shopping di Natale a rilento. La tredicesima va in tasse: per i regali i fiorentini aspetteranno gli ultimi giorni

Shopping natalizio

 

Shopping natalizio
Shopping natalizio a Firenze

FIRENZE: Le luci sono pronte, l’albero di Natale pure; mancano solo i regali. Vuoi l’Imu da pagare a dicembre, vuoi l’attesa della tredicesima (che servirà in gran parte per pagare le tasse), lo shopping natalizio stenta a partire. Nel ponte dell’Immacolata, la situazione non è andata proprio a gonfie vele per gli esercenti. I fiorentini, dunque, aspetteranno gli ultimi giorni per l’acquisto dei regali. Stando a quanto registrato dall’«Osservatorio Economico» Confesercenti Toscana, si prevede per questo Natale 2014 un ammontare complessivo di spesa contenuto e più o meno stabile rispetto al 2013.

LE TENDENZE: Anche quest’anno la scelta dei regali sarà orientata a piccoli pensieri a basso prezzo. Si acquisteranno accessori d’abbigliamento – molto apprezzati il foulard oppure i guanti capacitivi per l’uso del touch screen. Tutta la tecnologia continuerà ad essere una scelta d’acquisto preferita. Smartphone, tablet, TV e PC diventano infatti più accessibili, grazie al livellamento dei prezzi dovuto all’uscita dei nuovi modelli. Anche il libro cartaceo permane nella lista dei regali di Natale, così come la bigiotteria. Bene per il settore alimentare, che non arresta la crescita dell’ultimo periodo. Si acquisteranno confezioni regalo, con prodotti made in Italy di alta gamma e alimenti per il pranzo di Natale e il cenone di Capodanno – secondo anche la tendenza degli ultimi anni a rimanere in casa piuttosto che uscire per pranzo o per cena fuori. Calati invece i regali alimentari aziendali a causa della crisi degli ultimi cinque anni, che ha portato alla chiusura di molte ditte e alla riduzione dei dipendenti. Per quanto riguarda i grandi acquisti –soprattutto capi i d’abbigliamento più pesanti – i fiorentini aspetteranno il periodo dei saldi, che quest’anno partirà molto presto – prima dell’Epifania – lunedì 5 gennaio 2014.

TURISMO: In questo periodo natalizio ci sarà soprattutto un turismo interno, piuttosto che internazionale – più concentrato a Firenze nei periodi estivi – che influirà sicuramente sulle spese natalizie, anche se non in modo particolarmente incisivo.

acquisti, natale, shopping

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080