Le reazioni dopo l'assalto al giornale francese

Firenze, l’imam Elzir: «Sdegno e condanna totale per il vile attentato di Parigi»

di Domenico Coviello - - Cronaca

Stampa Stampa
L'Imam di Firenze Izzedin Elzir

Izzedin Elzir, Imam di Firenze e presidente dell’Unione delle comunità islamiche italiane

FIRENZE – «Il nostro sdegno e la condanna per questo atto vile sono totali». Così il presidente dell’ Ucoii, l’Unione delle comunità islamiche italiane e imam di Firenze Izzedin Elzir, ha commentato la strage di Parigi di questa mattina 7 gennaio, quando due uomini in assetto militare hanno sparato con mitra kalashnikov ai giornalisti e al personale della redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo uccidendo 12 persone, fra cui due poliziotti, e ferendone gravemente altre.

«Un atto vile – ha rimarcato l’imam Elzir – che ha strappato la vita a 12 persone che lavoravano per la libertà e la crescita dell’umanità; un atto compiuto da soggetti senza il minimo rispetto e considerazione per la vita».

Il presidente dell’ Ucoii ha voluto esprimere «grande solidarietà ai familiari delle vittime e al popolo francese contro questo gesto vigliacco. Il mio invito, adesso, è che di fronte a questo estremismo, a questo terrorismo, è di rafforzare le energie per aumentare il dialogo e il confronto».

In serata in piazza Santa Croce alcuni studenti Erasmus francesi e italiani si sono radunati per solidarietà e rispetto verso le vittime di Parigi, il popolo francese e le migliaia di parigini che in queste ore hanno invaso piazze e strade della capitale transalpina all’insegna di cartelli e slogan «Je suis Charlie – Nous sommes tous Charlie».

Tag:, , ,

Domenico Coviello

Domenico Coviello

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.