E' il secondo dopo Firenze nell'ambito della città metropolitana

Empoli, sicurezza: firmato il protocollo d’intesa «Mille occhi sulla città»

di Camillo Cipriani - - Cronaca

Stampa Stampa
Il Sindaco Brenda Barnini e il Prefetto Luigi Varratta

Il Sindaco Brenda Barnini e il Prefetto Luigi Varratta

EMPOLI – Occhi sentinella che guardano alla sicurezza della comunità. Un accordo per aumentare la tutela dei cittadini. E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato oggi, lunedì 26 gennaio, nella sala del consiglio comunale di Empoli tra il prefetto di Firenze Luigi Varratta, il sindaco Brenda Barnini, e i titolari dei 3 istituti di vigilanza privata che lavorano sul territorio, con l’adesione dei vertici provinciali delle forze dell’ordine. Il protocollo si intitola ‘Mille occhi sulla città’, Empoli, dopo Firenze, è la seconda città della provincia in cui viene firmato l’accordo.

MINISTERO – L’iniziativa si inserisce in un progetto nazionale del Ministero dell’Interno, ANCI e istituti di vigilanza privata: durante la loro quotidiana attività lavorativa, i vigilantes presteranno un’attenzione particolare a situazioni, movimenti e mezzi sospetti comunicando subito le notizie alle centrali operative per consentire alle forze di polizia di intervenire il prima possibile. Verranno segnalati anche atti di vandalismo e di bullismo, minori ubriachi, persone in difficoltà, blackout elettrici, ostacoli che intralciano la circolazione stradale. Anche a Empoli dunque le guardie giurate avranno compiti di osservazione e segnalazione. In questo modo, con un maggior numero di operatori si potrà realizzare un monitoraggio più ampio del territorio, soprattutto di notte. In pratica, il protocollo codifica e affina una collaborazione che già esiste tra forze dell’ordine e guardie giurate con ottimi risultati.

SCOPO – Lo scopo del protocollo è implementare l’efficacia dei servizi di controllo del territorio, sviluppando un sistema di sicurezza che integri le iniziative pubbliche e private nella cornice della sussidiarietà e della complementarietà. Ciò consente una collaborazione tra gli istituti di vigilanza privata e le forze di polizia e le polizie municipali, per garantire una più efficace “attenzione” al territorio, considerato che la sicurezza dei cittadini è un bene prioritario per la collettività, alla cui salvaguardia deve concorrere l’azione sia delle istituzioni che dei privati.

PREFETTO – «Uno strumento importante per ampliare nel territorio il sistema della sicurezza – ha detto il prefetto Varratta – che coinvolge la vigilanza privata, già chiamata a svolgere una forma di sicurezza complementare, e che è destinato a garantire maggiore tranquillità sociale e a far sentire più sicura la comunità».

SINDACO – «Questo era uno dei punti qualificanti del nostro programma di mandato – ha sottolineato il sindaco Brenda Barnini – ed è solo il primo passo per migliorare il livello di sicurezza dei cittadini. Far collaborare le forze dell’ordine con le vigilanze private e la polizia municipale è indispensabile per ottimizzare al massimo le risorse umane e costruire una vera e propria rete a protezione della città. Questo protocollo va di fatto a certificare una collaborazione già esistente, ma che adesso si rafforza. Vuol essere anche un invito alla cittadinanza per tenere gli occhi aperti e segnalare eventuali anomalie o movimenti sospetti».

Al protocollo, che ha la durata di tre anni, ogni sei mesi sarà fatto il punto della situazione per vedere come funziona e se è necessario apportare degli aggiustamenti. Gli istituti che hanno firmato sono Corpo Vigili Giurati Spa, Il Globo Vigilanza Srl e Lince Srl.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.