Skip to main content

Fiorentina, sul campo del Genoa (diretta Sky e Mp sabato ore 18) la prima senza Cuadrado. Montella punta sul tandem Gomez-Babacar

Babacar, domani a Genova sarà titolare
Babacar, domani a Genova sarà titolare

FIRENZE. Il «day after» l’addio di Cuadrado, alla Fiorentina coincide con la vigilia di Genoa-Fiorentina. Chiaro che la canonica conferenza stampa di Vincenzo Montella sia particolarmente affollata, anche per cercare di capire come il tecnico viola abbia preso l’operazione che lo ha privato del colombiano.

INEVITABILE.«Sono sincero, era una situazione che andava fatta: da allenatore – ha spiegato subito il tecnico viola – mi dispiace ma a livello tecnico se è stato pagato così tanto vuol dire che ne valeva la pena. Ci ha sempre dimostrato gioia nel giocare e professionalità. Sono contento per lui perché è andato a giocare in una squadra di grande livello».

SALAH. Ora però è già tempo di guardare avanti. «Arriverà un giocatore come Salah che si dovrà adattare al nostro calcio, un campionato che è diverso da quello svizzero e quello inglese; Cuadrado sa fare anche più ruoli rispetto a lui, che è meno eclettico ma garantisce la copertura della fascia nel 4-3-3 e sa fare la seconda punta: comunque si tratta di un giocatore top. Servirà semmai un vice-Joaquin se vogliamo giocare con il 3-5-2 altrimenti dovremo cambiare schema di gioco ma sarebbe un peccato».

«CINESI».Intanto Montella punterà comunque su chi è già arrivato: Diamanti e Gilardino, due che per il tecnico «conoscono già la serie A (campionato per altro con meno appeal e questo mette un po’ di tristezza) e quindi in grado di giocare da subito».

BABACAR. A Genova però accanto a Gomez giocherà Babacar, che per l’allenatore viola ha comunque già avuto il suo spazio (frase in risposta alle considerazioni del procuratore Raiola). «Dipende della partita – ha commentato l’allenatore – ma lui e Mario possono coesistere benissimo».

GENOA. Già, perché domani 31 gennaio alle 18 (diretta tv su Mp e Sky), si torna in campo, sul terreno di una squadra arrabbiata per i torti arbitrali subiti a Napoli. «Non penso che influenzerà il match, ci sarà un arbitro (Rizzoli, ndr) che a me trasmette sempre tranquillità anche se sbaglia. Temo però molto i rossoblù che sta bene fisicamente ed hanno idee: mi aspetto una gara diversa rispetto all’andata dove c’è stato un monologo per cui non dobbiamo assolutamente essere distratti e non avere alibi: servirà la massima attenzione».

ASSENZE. Mancherà tra l’altro ancora Aquilani. «Alberto non non sarà tra i convocati: ha fatto solo metà allenamento ieri. Badelj invece ha recuperato: il Genoa comunque ha caratteristiche diverse da noi, dovremo adattarci a loro che hanno giocatori di corsa. Dovremo essere più bravi di loro ad indirizzare la partita».

OBIETTIVI. Quella odierna sarà una sfida molto importante per il campionato dei viola, che poi hanno un calendario abbastanza semplice. «Io resto fiducioso» chiosa Montella che ovviamente però sperava in una permanenza del top player colombiano.

CUADRADO. In tal senso, in giornata è arrivato anche un comunicato di commiato e ringraziamento di Juan Cuadrado, che è partito in treno alla volta di Roma e domani raggiungerà Londra, pronto a iniziare la nuova avventura con la maglia del Chelsea: domani le visite mediche. «Firenze – ha detto il colombiano – resterà sempre nel mio cuore. Gente Straordinaria. Tifosi pieni di passione. La Viola è stata la squadra che mi ha lanciato e mi ha dato l’opportunità di crescere anche grazie a una grande società e compagni eccezionali. Ora mi aspetta una nuova strada. Nuove emozioni. Nuovi obiettivi. Ma sempre con Firenze nel Cuore!».


Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741