Skip to main content

Immigrazione, la denuncia dell’agenzia europea Frontex: 630.000 clandestini sono entrati in Europa nel 2015

immigratiPARIGI – Impressionanti le statistiche degli ingressi di clandestini in Europa: sono 630.000 i migranti entrati illegalmente nell`Ue dall`inizio dell`anno: non lo afferma il leghista Matteo Salvini, ma il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, in un`intervista al gruppo editoriale francese Ebra. «Alla fine di settembre avevamo registrato 630.000 ingressi illegali», ha spiegato Leggeri. Frontex, ha aggiunto, pianifica di allestire «60 voli per il rimpatrio di migranti» nel 2015, contro i 39 del 2014. Ma ce ne vorranno molti ancora se l’Europa (e l’Italia, che su questo piano è in arretrato) vorranno imboccare decisamente la strada dell’accoglienza nella legalità. Anche il governo Renzi dovrà fare le opportune valutazioni senza demagogia spicciola.

GERMANIA – Intanto la Germania è costretta dall’invasione massiccia di profughi a correggere la rotta. Anche il falco del governo Merkel, il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, dati alla mano, ha affermato che è necessario limitare il numero di migranti che arrivano in Europa, alla luce dell`emergenza degli ultimi mesi dal Medio Oriente e dall`Africa. Altra musica, signor ministro, quando i migranti sbarcavano soprattutto in Italia e le autorità tedesche praticamente dicevano: “sbrigatevela da soli, non è affar nostro”. Un proverbio dice ‘il bisognino fa trottar la vecchia’, e adesso anche Schaeuble afferma convinto, in un`intervista alla Zdf: «Dobbiamo limitare l`afflusso in Europa. L`Europa deve essere pronta ad accogliere gente… ma non possiamo fare l`impossibile».

europa, Frontex, migranti


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741