La partita sospesa per la pioggia in settembre

Genoa-Fiorentina: recupero giovedì alle 20. Borja Valero: Sousa spera di averlo. Probabili formazioni: ed è ufficiale: Antognoni torna in società

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport, Top News

Giancarlo Antognoni, ha ricevuto le chiavi della città in Palazzo Vecchio

Giancarlo Antognoni, torna alla Fiorentina come dirigente

FIRENZE –  La notizia  ora è ufficiale: Giancarlo Antognoni torna alla Fiorentina per fare il dirigente. Andrea Della Valle l’ha detto in nottata, durante la sua rapida visita a Firenze. I tifosi sono contenti. Torna il capitano per sempre. Il numero 10 del mito. Per fare che cosa?  Innanzi tutto per andare d’accordo con Corvino. Ma i due, è certo, non si pesteranno i piedi. Antognoni lascerà Coverciano e la Nazionale under 21 che sono stati la sua casa e il suo lavoro in questi anni. Rapporti diplomatici, ma anche situazioni interne, con lui dovrebbero assolutamente migliorare. Lui è emozionato: gli sembra di fare un salto indietro nel tempo: non tanto a quando era dirigente con Cecchi Gori, ma addirittura al 1972, quando arrivò in viola dall’Astimacobi ed esordì in serie A a Verona (appunto ottobre 1972, vittoria viola per 2-1).

Paulo Sousa

Intanto la squadra si prepara alla seconda delle quattro partite difficili: il recupero di domani, giovedì 15 dicembre, a Marassi contro il Genoa. Si partirà dal 28′ del primo tempo e dallo zero a zero. La Fiorentina vuole vincere anche perché domenica l’aspetta la trasferta di ERoma con la Lazio e il 22, ancora giovedì, il match interno con il Napoli. Quindi, superare l’esame di un’ora contro  il Genoa per fare un altro passo avanti in classifica è la parola  d’ordine del tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa.

«Stiamo dando continuità alle vittorie, ma gli esami ci sono sempre perché vogliamo migliorarci ancora», dice l’allenatore portoghese, che apre la conferenza stampa dando il benvenuto in società a Giancarlo  Antognoni: «Sono molto felice di vederlo sempre più vicino a noi». I  viola hanno vinto lunedì contro il Sassuolo e, dopo la sfida di domani
contro i liguri, torneranno in campo domenica contro la Lazio. Il  match contro il Genoa riprenderà dal 28′: «E’ la prima volta, non mi  era mai successo neanche da calciatore. Io preparo la partita allo stesso modo, ma con tutte queste gare che  ci aspettano, cerchiamo di lavorare sul recupero di tutti i giocatori,  che è una componente molto importante per giocare ad alta intensità».

Da questo punto di vista, il Genoa è un cliente difficile per i viola: «E’ una squadra che sta molto bene, sicuramente in questo momento a  livello fisico la ritengo superiore alla nostra. E’ una sfida interessante e molto equilibrata, spero che questa continuità di  risultati alla fine ci permetta di vincere». Sousa spera di riavere a disposizione già da domani
Borja Valero («Sta recuperando, vediamo se oggi ci darà un feedback positivo») e intanto si coccola il giovane Federico Chiesa, uscito dal campo fra gli applausi nel match contro il Sassuolo: «Quello che gli  manca, e cercherò di aiutarlo a migliorare, è avere più risorse da  dare alla squadra. Ma ha appena iniziato a giocare da professionista e ha grandi margini di miglioramento».  Il tecnico dei viola si tiene stretto anche Kalinic, blindato dai Della Valle con una clausola rescissoria da 50 milioni.

Poi, in serata, è arrivata la comunicazione ufficiale:  Borja Valero e Babacar non sono stati convocati per la partita di Marassi. Borja rientrerà probabilmente domenica a Roma, contro la Lazio.

Probabili formazioni

Genoa (3-4-2-1): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Lazovic, Rincon, Veloso, Laxalt; Rigoni, Ninkovic; Simeone. All.: Juric.

Indisponibile: Pavoletti. Squalificati: nessuno.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Astori; Tello (Chiesa), Vecino, Badelj, Milic (Olivera); Bernardeschi, Ilicic; Kalinic. All.: Paulo Sousa.

Indisponibile: Toledo. Squalificato: Salcedo.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: