Skip to main content

Richiedenti asilo: in Italia ci sono 5 centri d’accoglienza, due sono nel mirino della magistratura

Il Cara di Mineo

ROMA – Sono quattro i Centri di accoglienza per richiedenti asilo (Cara) operativi attualmente in Italia. Oltre a quello di Crotone – Isola capo Rizzuto (con una capienza di 1.200 posti), la cui gestione è finita nel mirino della Dda di Catanzaro, ci sono anche quelli di Castelnuovo di Porto (Roma), da 900 posti, Foggia-Borgo Mezzanone (1.400 posti), Bari (1.600 posti) ed il più grande d’Europa, a Mineo (Catania), che ospita 3.000-3.500 persone ed è stato coinvolto in un”inchiesta sugli appalti condotta dalla procura catanese.

Il costo medio di un richiedente asilo è di 35 euro al giorno. Solo per l’ospitalità degli 8.600 richiedenti asilo presenti nei Centri del ministero la spesa sostenuta è dunque intorno ai 300mila euro al giorno. Altri sono ospitati – allo stesso costo – nello Sprar, il Sistema di protezione per rifugiati e richiedenti asilo messo in piedi insieme ai Comuni. L’obiettivo del Viminale è quello di superare i grossi centri, che negli anni hanno portato una serie di criticità e favorire i piccoli numeri con l’accoglienza diffusa. Gli ospiti dei centri possono entrare ed uscire liberamente dalle strutture.

accoglienza, Cara, costo, malavita, profughi


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741