Skip to main content

Palermo, migranti: scafista condannato 8 anni e mezzo di carcere e 19 milioni di multa

PALERMO – Ogni tanto anche in Italia si trovano giudici che applicano co correttezza e rigore la legge senza lasciarsi trascinare dal buonismo imperante e dalle leggi permissive. Si legge infatti che il Tribunale di Palermo ha condannato uno scafista tunisino a otto anni e mezzo di carcere e a una multa da diciannove milioni di euro per avere organizzato il viaggio di un gruppo di oltre 750 migranti dalla Libia alla Sicilia.

Il giudice Bruno Fasciana (questa volta indichiamo anche il nome, onore al merito) ha anche ordinato l’espulsione immediata di Makki Hanshasfar dal territorio italiano. L’accusa era rappresentata dai pm Geri Ferrara, Alessia Sinatra e Claudio Camilleri del pool della Procura che si occupa del traffico di esseri umani. Secondo quanto emerso dalle indagini della magistratura, Hanshasfar ha guidato per tutto il viaggio il barcone dalla Libia all’Italia. Durante la traversata il barcone è andato in avaria e gli oltre 750 migranti hanno rischiato di morire. La multa da 19 milioni di euro è così alta perché la legge prevede un risarcimento da 50 mila euro per migrante coinvolto.


Paolo Padoin

Già Prefetto di FirenzeMail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741