I dati istat sull'occupazione

Lavoro: istat, aumento di 375mila posti in un anno. Esulta Renzi, Rossi lo gela

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Top News

ROMA – Ad agosto 2017 l’Istat stima un aumento degli occupati di 36 mila persone rispetto a luglio e di 375 mila rispetto ad agosto 2016. Il tasso di occupazione sale al 58,2% (+0,1 punti sul mese, +1 sull’anno). La crescita
congiunturale dell’occupazione interessa tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni ed è interamente dovuta alla
componente femminile e ai lavoratori a termine.

Su base annua, la crescita degli occupati interessa uomini e donne e riguarda i lavoratori dipendenti (+417 mila, di cui +350 mila a termine e +66 mila permanenti), mentre calano gli indipendenti (-42 mila). A crescere sono soprattutto gli occupati ultracinquantenni (+354 mila), ma crescono anche i 15-34enni (+167 mila), mentre calano i 35-49enni
(-147 mila, sui quali influisce in modo determinante il calo demografico di questa classe, spiega l’Istat). Nello stesso periodo diminuiscono sia i disoccupati (-2%, -60 mila) sia, soprattutto, gli inattivi (-2,9%, -391 mila). Al netto dell’effetto della componente demografica- si legge nel testo – su base annua cresce l”incidenza degli occupati sulla popolazione in tutte le classi di età.

Esulta, come al solito, Renzi, grazie al Jobs Act ci sarà un altro milione di posti di lavoro nella prossima legislatura. Ma il governatore toscano Enrico Rossi gela subito gli entusiasmi dell’ex rottamatore: «La crescita del precariato ha
fatto un deserto del lavoro che ora invece chiamano record di occupazione, conteggiando come occupato anche un lavoratore ad un”ora la settimana. Poi soffiano forte nelle trombe della stampa e della TV di regime e vogliono convincerci che tutto va bene. In realtà mancano all”appello rispetto al 2007 oltre 1.200.000 posti di lavoro a tempo indeterminato».

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: