In vista del prossimo Consiglio europeo

Ue, migranti, Brexit: la comunicazione di Gentiloni alla camera

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

ROMA – Il premier Paolo Gentiloni impegnato in aula alla Camera per comunicazioni sul prossimo Consiglio europeo del 19 e 20 ottobre dichiara: «Abbiamo davanti 15 mesi che possono rivelarsi decisivi se si colgono alcune opportunità per il futuro dell’Ue, oppure che possono confermare la situazione difficile. Noi siamo decisamente dalla parte di chi promuove maggiori livelli di integrazione e politiche comuni europee, è sempre stata la posizione dei governi italiani e la confermiamo oggi senza esitazione. Non possiamo permetterci di passare dalla tempesta perfetta del 2015-2016 a occasioni perdute nel 2017-2018. Il rischio è essersi lasciati alle spalle una crisi pericolosa per il destino europeo e rassegnarsi però all’idea che si avanti con quello che c’è per piccoli passi, a velocità dettata dagli ultimi vagoni del treno europeo, cioè paesi che vogliono avere vantaggi dall’Europa ma non obiettivi comuni. Noi vogliamo più Europa e non contrapponiamo il nostro paese all’Ue».

Quanto alla questione migranti: «Siamo consapevoli di quanto il tema migratorio sia al centro dell’interesse dei concittadini europei – ha aggiunto Gentiloni -, l’Italia si presenta al dibattito come un paese orgoglioso di poter dare il buon esempio e mostrare i risultati di quello che abbiamo portato avanti. L’Italia è stato il paese più impegnato nel salvataggio delle vite umane in mare: come ha detto Junker l’Italia ha salvato l’onore dell’Europa. Un orgoglio che ci consente di essere molto esigenti verso altri paesi dell’Ue».

Infine la Brexit: «E’ fondamentale tutelare gli interessi di centinaia di migliaia di italiani che vivono nel Regno Unito. Non è possibile che i nostri cittadini debbano avere un danno dalla Brexit. Senza questa premessa sarebbe difficile avere atteggiamento costruttivo nel corso della discussione sull’uscita del Regno Unito dall’Ue».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: