Skip to main content

Alfano: dalla Libia i foreign fighters si sposteranno in Europa, dopo la disfatta dell’isis

NEW YORK – Dopo la sconfitta dell’Isis in Iraq e in Siria, i combattenti stranieri possono tornare in Libia e da lì in Europa. Soprattutto in questo momento l’attenzione ai confini libici è un imperativo per la sicurezza: lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano durante la riunione del Consiglio di Sicurezza Onu di cui l’Italia è presidente. E’ un compito che deve essere condiviso dai principali attori della comunità internazionale, ha precisato Alfano.

Alfano ha poi ribadito che l’Italia ha salvato e accolto migliaia di rifugiati e migranti combinando solidarietà e sicurezza. Il declino dei flussi migratori è incoraggiante, ma questo non può essere a spese dei diritti umani, ha precisato il titolare della Farnesina, ricordando che l’Italia ha dedicato molte risorse alla Guardia costiera libica, ai comuni locali, e ha fornito assistenza umanitaria. Vogliamo migliorare le condizioni spaventose dei centri per
rifugiati e migranti, ha affermato infine Alfano, sottolineando che stiamo lanciando nuovi appelli per progetti delle Ong e stiamo già collaborando con l”agenzia dell’Onu per i rifugiati (Unhcr) e quella per le migrazioni (Oim).

foreign fighter, isis, Libia, Onu


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741