La lettera di Luigi Ferone

Pensioni: Partito nazionale pensionati, lo Stato smetta di far cassa su di noi

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Lente d'Ingrandimento

Pensioni sempre e comunque nel mirino. L’aspro botta e risposta fra Di Maio e Renzi ha riportato all’ordine del giorno la vexata quaestio delle pensioni d’oro, in merito alle quali ciascuno ha la sua ricetta. Renzi accusa il grillino di voler colpire quelle di poco superiori a 2.000 euro, Di Maio precisa che intende intervenire su quelle oltre 5.000 euro netti. Comunque per far cassa si ricorre sempre a colpire le pensioni.

Per questo interviene il ViceSegretario del Partito Nazionale Pensionati, Luigi Ferone, attaccando i politici. Ecco il testo del suo comunicato:

«Appena qualcuno si accorge che lo Stato deve fare cassa, punta sempre sui pensionati .Questo è pericoloso, molto pericoloso. I pensionati non possono essere il bancomat per tutte le evenienze .Si chiudano, veramente, gli Enti inutili, si riducano veramente le generose somme attribuite ai manager di Stato, si riduca l’insopportabile onere relativo all’accoglienza e si taglino tutte le spese inutili.

I grillini ,cercano soldi per finanziare i loro progetti? dove pensano di trovare le relative coperture finanziarie ? Sforbiciando le pensioni, ovviamente. Si toccano le pensioni d’oro per il momento, quelle cioè con importi superiori ai 5.000 euro mensili  ma, fatti due calcoli, giammai si riuscirà  a recuperare i 12 miliardi che servirebbero in breve o medio periodo, non è ben chiaro. Allora che si fà ? si abbassa l’asticella, sempre più in basso e questo potrebbe accadere sempre, in ogni occasione ?

Sta passando l’idea che i pensionati succhiano risorse dallo Stato, quindi alla collettività. Totalmente falso. I pensionati, purtroppo, non riescono neppure a recuperare quanto hanno pagato in una vita di contributi .Mettere continuamente in discussione i dritti ritenuti acquisiti, è un gioco perverso, che può colpire tutti, nessuno escluso.

Prima di applaudire al primo demagogo che passa per strada, meglio riflettere. Perché sempre e comunque, si vogliono mettere le mani nelle tasche dei pensionati? Non si ha certezza di nulla. In qualsiasi momento , secondo la logica che si sta imponendo, tutto può essere rivisto ed a qualcuno potrebbe anche venire in mente che, applicando il metodo contributivo a tutti i pensionati, si risparmierebbero 46 miliardi. Forse bisogna fare chiarezza e fissare in legge un tetto pensionistico.

Il Partito Pensionati , detto con chiarezza, ritiene che vi possa essere il pericolo che, alla fine, ad essere penalizzati dall’introduzione di norme vessatorie siano tutti i pensionati, nessuno escluso. Invece di pensare continuamente a come mettere le mani in tasca ai pensionati, perché non si aumentano tutte le pensioni ferme da quasi 20 anni? Si può vivere con 500 € o anche meno, al mese? Può un disabile vivere don 280€ al mese? Certamente no».

Luigi Ferone
Vicesegretario nazionale del Partito Nazionale Pensionati

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.