Rottamazione cartelle: 50.000 lettere stanno per partire dall’Agenzia delle entrate

ROMA – Saranno oltre 5omila le lettere che l’Agenzia delle Entrate invierà, intorno alla metà di febbraio, a chi voleva ravvedersi e  aveva presentato domanda per la rottamazione ma poi si era tirato indietro quando si trattava di pagare la prima rata, a, che scadeva a luglio dello scorso anno.

PUGNO DURO CONTRO L’EVASIONE – La strategia dell’Agenzia guidata da Ernesto Maria Ruffini conferma dunque la volontà di mantenere e anzi rafforzare il pugno duro contro l’evasione che sta dando i suoi significativi frutti che fanno sorridere le casse dello Stato grazie a un vero e proprio tesoretto che funge da vera e propria boccata d’ossigeno. Nel 2017 la rottamazione delle cartelle ha portato allo Stato 6,5 miliardi di euro, oltre un miliardo in più rispetto alle previsioni del governo.

LETTERE PER MOLTI, MA NON PER TUTTI –  Una seconda occasione per molti. Ma non per tutti. La lettera, infatti, sarà inviata solo  a chi aveva già un piano di rateazione del proprio debito, interrotto ma ancora in piedi, cioè non revocato dalla stessa Agenzia. Con questa nuova comunicazione i contribuenti saranno informati sull’ammontare del debito residuo e, ovviamente,  sulla possibilità di saldare il debito con pagamenti rateali: 72 rate pari a 6 anni o addirittura 120, in caso di particolare difficoltà economica, indicando anche le date delle nuove scadenze.  Da un punto di vista geografico, circa 6mila lettere prenderanno direzione Lombardia, 3.300 nella sola provincia di Milano. Altre 6.700 finiranno nel Lazio, 4.207 nella sola provincia di Roma.

C’E’ TEMPO FINO A MAGGIO – Rottamazione bis con altissime aspettative, insomma. La speranza, infatti, è che addirittura si possano migliorare le previsioni, superando la soglia dei 2 miliardi di euro, tra il 2018 e il 2019, fissata dal governo come obiettivo.
Aumentano le domande arrivate direttamente dal sito internet dell’Agenzia o con posta certificata, per coloro che preferiscono dribblare le lunghe e interminabili file allo sportello.

agenzia, cartelle, Entrate, rottamazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080