Le regole dettate dall'intelligence

Terrorismo: nuove minacce dell’Isis, colpiremo l’Italia. Allerta massimo per Pasqua

ROMA – I servizi hanno lanciato l’allerta, pericolo attentati per Pasqua e quindi n Italia si è dato il via al piano antiterrorismo. L’allarme resta elevato, perché i blog e i siti vicini all’Isis stanno chiamando di nuovo alle armi.

L’ultimo, nell’ordine, è stato Al-Shafaq, le cui comunicazioni sono state intercettate dalla nostra intelligence. Ed è scattato il piano di contrasto emesso dalla questura di Roma e dal ministero dell’Interno proprio in vista della Pasqua.

L’Italia resta ancora al centro degli obiettivi dei killer del Califfo nero. L’invito è colpire capi di Stato, capi di governo, o altre figure istituzionali, realizzando attentati a bordo di aerei russi, turchi ed europei, con l’utilizzo di cinture esplosive. O anche di destinare fondi per finanziare infiltrazioni negli aeroporti arabi, così da posizionare bombe o facilitare l’imbarco di kamikaze a bordo.

Questa la nota riservata emessa nei giorni scorsi. Ora, però, dopo il nuovo attentato terroristico in Francia l’alert ha portato a un rafforzamento dei servizi di controllo e di vigilanza in tutti quegli spazi che «per la connotazione religiosa delle prossime festività», rappresentano «i luoghi simbolo della religione cattolica e delle altre confessioni», e sono quindi «obiettivi per il compimento di azioni improntate all’illegalità».

Sono state predisposte indagini preventive. «In particolare – viene specificato nel documento – il monitoraggio degli elementi legati al radicalismo religioso di tipo islamico». La Digos e gli uffici antiterrorismo si occuperanno anche di vigilare sugli immobili occupati abusivamente (come quello occupato dal Cpa Firenze Sud nella nostra città), per individuare problematiche legate a questi contesti sociali.

Maggiori controlli nelle moschee, nelle sale di preghiera, nelle strutture ricettive gestite da persone sospette, o comunque considerate contigue a formazioni terroristiche. Un focus informativo verrà pianificato in base ai dati e alle indicazioni che arriveranno dalle polizie marittime, di frontiera e doganali. Con particolare attenzione verso le donne, visto che l’ultima minaccia diffusa sul web ne ha evidenziato «un ruolo logistico» di grande importanza.

allarme, attentati, isis, pasqua, Sicurezza


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080