Pitti Uomo numero 94 saluta: con lo stile floreale. E ben 1.240 aziende

di Gilda Giusti - - Cronaca, Economia

FIRENZE – Tutti contenti. alla fine dei quattro giorni di presentazioni, eventi, sfilate, mostre e inaugurazioni di nuovi negozi (Ermanno Scervino e Giorgio
Armani) che hanno animato Firenze e la Fortezza da Basso, a cominciare dalla kermesse del 12 giugno a Palazzo Vecchio, a cui ha partecipato anche il neo
ministro dei Beni culturali e del Turismo, Alberto Bonisoli, Pitti Uomo numero 94 chiude. Da oggi, 15 giugno, il testimone passa a Milano Uomo, in programma fino al 18 giugno. Tra le novità di stile del salone fiorentino, che ha visto la partecipazione di 1240 aziende, c’è lo stampato floreale,
sdoganato per quanto riguarda le camicie maschili già da diverse stagioni, ma finora poco utilizzato sui capospalla.

FIORI – La giacca a fiori si affaccia nel guardaroba maschile non come tendenza diffusa, ma timidamente, attraverso le proposte di alcuni grandi marchi italiani dell’abbigliamento, che però, di fatto,  la inseriscono nel nuovo guardaroba dell’uomo contemporaneo dalla porta principale. Capofila del concetto che  anche il floreale è maschio è il marchio Manuel Ritz, che sceglie uno stile tecnico ma sartoriale per vestire un giovane gentiluomo in eterna vacanza, che non disdegna texture floreali e nuance a tratti fluorescenti. E’ il mood vacanziero anni Cinquanta che viene raccontato attraverso l’uso di colori vibranti dal marchio italiano, con l”esclusiva stampa Hyper beach che guarda alla flora del mare polinesiano accostati a micro check, righe e gessati. Le giacche destrutturate convivono con abiti formali, la giacca slim contrasta con la morbidezza dei pantaloni. Insomma, il classic menswear evolve verso capitoli orientati all’insegna della fusione tra lusso e libertà. La tradizione esalta i tessuti tecnici, lo stile formale e quello sportivo s’intrecciano, il dettaglio tecnologico diventa cifra di elezione. Pensati per i momenti leisure e declinati con materiali  d’eccezione, nascono serie speciali di felpe, joggers e
pantaloni spiccatamente tecnici, dai tagli base sottolineati dai tocchi di colore.

PALME – Il nylon è presente su membrane traspiranti e accoppiature con texture in neoprene, il finissaggio punta a valenze waterproof oppure è abbinato alla maglia e all”elastan. I capi icona di una ideale valigia proiettata al futuro sono il bomber in 100% seta waterproof, la maglia-felpa in cotone e neoprene con dettagli active, il peacoat in tessuto tecnico resistente al vento e all’acqua, il parka ripiegabile e trasformabile. Last but not least, lo zaino e la travel bag che celano nel look esclusivo un”anima super tecnologica. Palme ed esotismi anche da K-Way Premiere dove la giacca da uomo, a vestibilità attillata e lunghezza corta, è realizzata interamente in cotone stampato, idrorepellente, traspirante e antivento. Le cuciture sono termo-nastrate e l”apertura frontale
presenta una full zip K-Way e puller personalizzato in metallo. Il cappuccio ha un bordo elastico regolabile con coulisse e all’interno è cucito un appendi-capo K-Way. Sono inoltre presenti due tasche laterali chiuse con zip, i polsi hanno un elastico interno e il fondo ha un bordo elastico. Fiori anche dal marchio francese Eden Park che rivisita l’abbigliamento urbano con camicie, polo in un’esclusiva fantasia floreale dai colori neutri per un fascino naturalmente vintage. La capsule in lino made in France è stata creata anche per questo tema e include un maglione blu scuro con un ricamo
jacquard tono su tono, rivisitazione dei codici di stile jacquard tono su tono, rivisitazione dei codici di stile ispirati al rugby a cui si è sempre ispirato il marchio.

Tag:, , , , ,

Gilda Giusti

Gilda Giusti

Redazione Firenze Post
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: