Le interviste di Fiorentina-Chievo

Pioli: «Fiorentina spumeggiante, come la sognavo». ADV: «Voglio unità fra i tifosi»

di Ernesto Giusti - - Sport

Stefano Pioli

FIRENZE – Stefano Pioli l’aveva detto: sogno una Fiorentina spumeggiante. Così può essere fiero del risultato, e non solo di quello. Infatti l’allenatore confessa: «Non è stata una partita semplice, nonostante un risultato eclatante. Speravo di vedere una squadra così: abbiamo iniziato presto e volevamo giocare. Quello contro il Chievo è stato un bel banco di prova. Siamo stati squadra, abbiamo fatto una buona prestazione. Sono soddisfatto perché abbiamo trovato un ottimo Chievo, specialmente nel primo tempo, ma siamo stati bravi a superare le difficoltà». Così è arrivato il risultato tennistico: 6-1. Una Fiorentina che ha subito messo in mostra il suo potenziale offensivo, in particolar modo con Chiesa e Simeone.

PIOLI – Ancora Pioli: «Restiamo compatti ed equilibrati, dopo questa vittoria non cominciamo a parlare di chissà cosa. La squadra ha potenzialità, ha mantenuto quei valori dello scorso anno. Vogliamo essere belli, abbiamo un potenziale per giocare un bel calcio, verticale e veloce. Arriveranno momenti difficili, come in tutte le stagioni». Tra le novità un centrocampo manovriero, con Gerson e Edimilson Fernandes subito protagonisti: «Il centrocampo è il reparto cambiato di più. Gerson ed Edimilson meritavano di giocare, hanno potenzialità importanti, come tutto il gruppo». Quindi la nota inquietante della serata: lo stadio spaccato sui Della Valle. La contestazione della curva Fiesole non accettata dal resto del Franchi. «A me è  piaciuto lo stadio – è stato il commento di Pioli -, c’era tanta gente ed è stato bellissimo, una squadra giovane come la nostra lo percepisce. Tutti i tifosi vogliono bene alla Fiorentina, dobbiamo fare uno sforzo per stare vicini alla Viola. Più stiamo vicini e compatti, meglio è. Tutti amiamo la Fiorentina, è nel
cuore. Facciamo di tutto per farla andare bene».

ADV – Andrea della Valle, uscendo qualche minuto prima del termine della gara, ha espresso soddisfazione per il risultato e soprattutto per Pioli: «Si vede il suo lavoro e che i ragazzi stanno recependo quanto insegna. E’ una vittoria che non potrà che essere di buon auspicio per il proseguo della stagione. Il gol di Nenad Tomovic e il suo ricordo commovente a Davide accompagnati dagli applausi sono l’immagine dei nostri tifosi. Tutti uniti sarà la nostra forza».

CHOLITO – In gol anche Giovanni Simeone, davanti al padre Diego oggi al Franchi, e alla famiglia: «Normale che quando sei in vantaggio l’attaccante voglia far gol – ha spiegato l’argentino -, ma la squadra vuole giocare e gestire. Poi, per fortuna, il gol è arrivato anche se all’ultimo minuto. Abbiamo fatto quello che dovevamo: portare coraggio e umiltà nel gestire la palla. Siamo molto contenti, e chi ha visto la partita si è divertito. Nazionale? Sono contento, per arrivarci devo fare bene qui».

D’ANNA -In casa Chievo si cerca di capire il perché di una sconfitta così pesante: «Il secondo gol incassato ci ha colpiti  psicologicamente, nella ripresa non abbiamo fatto una prestazione all’altezza – ha detto Lorenzo D’Anna, allenatore dei veneti -. Milenkovic ha fatto un grande gol da fuori area, poi Gerson su una mischia in area. Non siamo rientrati in campo convinti di poter riprendere la partita. Il terzo gol è arrivato
subito, so che dovrò lavorare molto a livello psicologico su questa squadra».

Tag:, , , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: