Ottimisti Nardella e Rossi, di parere contrario i sindaci della Piana

Aeroporto Firenze: riunione al Mit interlocutoria, si replica il 12 ottobre

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

FIRENZE – Nella riunione romana sono state confermate le posizioni conosciute in merito al potenziamento dell’Aeroporto fiorentino, da un lato Rossi e Nardella, dall’altro Prato e i sindaci della Piana. Si prefigura uno scontro tutto interno al Pd.

NARDELLA – È appena finita la conferenza al Mit sull’aeroporto. Firenze ribadisce il suo sostegno a questa opera fondamentale per la città e la regione. Enac ha smontato le falsità enormi raccontate in questi giorni contro il progetto. Soddisfatti della prima riunione. Lo scrive, su twitter, il sindaco di Firenze Dario Nardella al termine della conferenza di servizi sul potenziamento dell”aeroporto
fiorentino.

ROSSI – «Nella riunione di oggi della Conferenza dei servizi sul potenziamento dell’aeroporto di
Firenze sono stati fatti passi in avanti importanti per andare in direzione della realizzazione del nuovo aeroporto». Lo ha affermato in una nota Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, presente oggi alla riunione di inizio dei lavori. «E’ emerso con chiarezza – ha spiegato il governatore – che ci sono miglioramenti dal punto di vista della sicurezza anche degli stessi voli. E questo è ovvio, è importantissimo. E poi c’è un complessivo miglioramento anche dal punto di vista
dell’impatto ambientale. Il bilancio ambientale è positivo. Ci sono da vedere alcune questioni di carattere tecnico. Una di queste è il tema del cosiddetto lago artificiale di Peretola che dovrà essere spostato. E poi ci sono alcuni pareri e altre procedure tecniche da espletare. Ci riuniremo
tra un mese – ha concluso -. Sono convinto che il parere potrà essere positivo. Mi auguro che sarà positivo».

SESTO F.NO – La conferenza dei servizi per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze «sarà convocata di nuovo il 12 ottobre, in attesa di conoscere dal Ministero le intenzioni riguardo a questo progetto. Noi rimaniamo fermi nella difesa del nostro territorio, contrari ad un’opera che
metterebbe a repentaglio decenni di programmazione urbanistica e che non risponde in nessun modo alle reali esigenze del nostro territorio». Lo ha detto il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo
Falchi al termine della prima seduta della conferenza sul progetto tenuta questa mattina a Roma presso il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.  «La stragrande maggioranza dei pareri positivi espressi è stata regolarmente accompagnata da richieste di approfondimento e prescrizioni – ha sottolineato Falchi -, a conferma del fatto che, al di là dell”ostinazione di pochi, le nostre
preoccupazioni sono fondate.  La riunione di oggi ha confermato quanto anticipato soltanto due giorni fa da Enac: siamo all”inizio di un percorso lungo e complesso dall’esito tutt’altro che scontato. Agli Enti partecipanti abbiamo portato il parere negativo espresso dal nostro Comune,
sottolineando le tante, troppe criticità ambientali, urbanistiche ed economiche legate alla realizzazione di quest”opera. Abbiamo ricordato il conflitto istituzionale senza precedenti – ha concluso Falchi – apertosi con il ricorso al Tar contro il decreto di via presentato da ben sette Comuni dell’area, un dato che già da solo dovrebbe imporre una riflessione».

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: