Migranti: risparmio di 1 miliardo di euro per il crollo degli arrivi. Lo certifica l’Ispi

MILANO – Quasi 140mila sbarchi in meno in Italia negli ultimi dodici mesi, rispetto alla previsione media basata sugli anni precedenti, con un risparmio per lo Stato italiano pari a un miliardo di euro. Per i prossimi anni, in base al costo medio giornaliero pro-capite per l’accoglienza (35,9 per ogni migrante) e ipotizzando che il calo degli sbarchi rimanga costante, la stima media del risparmio è di 1,9 miliardi di euro. Sono alcuni dei dati emersi dallo studio ‘Migranti: la sfida dell’integrazione’, degli istituti Cesvi e Ispi.

Lo studio è dedicato ai risparmi per la spesa pubblica legati al calo degli sbarchi in Italia a partire dal luglio del 2017, cioè da quando gli arrivi sulle nostre coste si sono notevolmente ridotti. Nel solo periodo da 16 luglio al 31 dicembre si è registrato un calo del 78% rispetto allo stesso periodo del 2016.
Secondo i dati del report, tra luglio 2017 e luglio 2018 il numero di migranti che hanno raggiunto l’Italia via mare è stato di poco superiore alle 50.000 persone. Tra marzo e luglio 2018, in particolare, gli sbarchi non superano la quota di 5.000 persone al mese, mentre le previsioni basate sul numero degli sbarchi degli anni precedenti – che non poteva prevedere il calo improvviso dell”estate 2017 – stimava arrivi tra i 20.000 e 25.000 al mese. Dal 16 luglio al 31 dicembre 2017 si è registrato un calo del 78% rispetto allo stesso periodo del 2016.

arrivi, migranti, risparmio


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080