Dalla rilevazione risulta che i consumatori italiani sono penalizzati

Prezzi carburanti: in Italia più alti d’Europa, superati solo dalla Norvegia

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

ROMA – La protesta, che ancora continua, dei gilet gialli in Francia è nata dalle nuove tasse imposte dal presidente Macron e giustificate come misure ecologiche. Con l’incremento delle imposte il governo francese vorrebbe scoraggiare l’uso dei combustibili fossili e finanziare lo sviluppo delle energie rinnovabili. Se il presidente non cambierà idea, a gennaio scatteranno nuovi rincari del 6,5% sul diesel e del 2,9% sulla benzina. Nel 2018 i rincari sono stati rispettivamente del 7,6% e del 3,9%.

La Stampa ha effettuato una rilevazione dei prezzi in vari Paesi. Secondo i siti di rilevazione specializzati oggi in Francia diesel e benzina costano all’incirca la stessa cifra (rispettivamente 1,48 e 1,47 euro) con un calo dei prezzi rispetto al massimo raggiunto all’inizio di ottobre. Entrambi i carburanti costano meno che in Italia, dove il prezzo medio rilevato è oggi 1,55 per il diesel e 1,64 per la benzina (ma rilevazioni di operatori diversi indicano dati leggermente differenti). Se gli aumenti promessi da Macron entreranno in vigore, all’inizio del 2019 la situazione potrebbe cambiare.

Oggi l’Italia è, insieme all’Olanda, il Paese dell’Unione europea dove si registrano i prezzi dei carburanti per i veicoli più alti. In tutta Europa il nostro Paese viene superato solo dalla Norvegia, dove la benzina costa 4 centesimi di più in media (1,68 euro nelle ultime settimane). In Austria e Slovenia, entrambe nazioni che confinano con l’Italia, i prezzi della benzina sono invece 30 centesimi più bassi. Ma anche tra Spagna e Portogallo, che sono vicini, la differenza è attorno ai 30 centesimi.

Nel mondo, il valore più alto viene segnalato a Hong Kong, dove un litro di benzina costa 20 centesimi più che in Italia. Nella maggior parte delle altre nazioni si spende meno. In Europa si può scendere fino a 1,28 euro per la benzina in Spagna e altri 10 centesimi in meno in Polonia e Romania. In media, il nostro continente resta quello con i prezzi più alti per riempire i serbatoi dei veicoli. In Cina la benzina costa circa un euro, più o meno come in India e in Australia. In Canada poco meno. In Russia il prezzo di un litro di benzina è di 60 centesimi di euro e negli Stati Uniti attorno ai 70 centesimi. In Arabia Saudita si scende sotto i 50 centesimi e in Nigeria, Paese grande produttore di petrolio, a 36.

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: