Skip to main content

Tav: il governo deciderà prima delle elezioni europee. Italia ostaggio dell’immobilismo

Il presidente dell’Unione Industriali di Torino Dario Gallina, a palazzo Chigi

ROMA – L’Italia rischia di restare ostaggio dell’immobilismo del governo gialloverde, contrario alle grandi opere e quindi allo sviluppo del Paese. Gli imprenditori sono allora andati in pressing sul governo. Con quali risultati? Vediamo. Appena uscita da Palazzo Chigi, Maria Luisa Coppa, presidente di Ascom Torino, ha affermato: «Il governo ci ha garantito che la lettera firmata ieri con la Francia non è una modalità per far slittare i tempi sulla Tav e che una risposta ci sarà prima delle Europee».

«L’analisi preliminare sui costi-benefici della Tav verrà ultimata entro dicembre»,  afferma Corrado Alberto, presidente di Api Torino, dopo l’incontro a Palazzo Chigi tra la delegazione Pro-Tav, il premier Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio e il ministro delle Infrastrutture e i Trasporti Danilo Toninelli. Per l’analisi costi-benefici definitiva ci hanno detto che ci vorranno altri tempi, spiega Alberto sottolineando come, da parte della delegazione, ci sia stato l’invito al governo a visitare l’opera.

«Il risultato dell’incontro di oggi è una totale dilazione di qualche mese della partenza dei bandi di gara e questa non è una cosa positiva: chiediamo che l’analisi costi benefici si concluda il prima possibile che vada avanti e che non vengano messi in discussione i fondi europei», ha affermato il presidente di Confindustria Torino Dario Gallina. Anche l’Ance lamenta l’assenza di tempi certi: «Non ne abbiamo avuti ma ci hanno assicurato tempi brevi. Siamo ottimisti», ha detto il presidente dell’Ance Piemonte Giuseppe Provvisiero.

E il presidente di Confesercenti Piemonte, Giancarlo Banchieri, ha reso noto che anche le imprese avranno un rappresentante nella Commissione Costi/Benefici in cui saranno rappresentati anche i No Tav.

Confesercenti Piemonte, imprese, palazzo chigi, Tav, Toninelli


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741