Renzi: i processi si fanno nelle aule e non sul web, ma è stata la settimana più brutta della nostra vita

MILANO – Intervistato da Giletti a Non è l’Arena, su La7 Renzi torna sulla vicenda dell’arresto dei suoi genitori: «Per la mia famiglia è stata la settimana più brutta della nostra vita, …da figlio sono ancora sconvolto, di notte mi sveglio e dico: come è possibile?  Poi io sono un rappresentante delle istituzioni, sono un ex presidente del Consiglio, e debbo onorare le istituzioni del Paese e dico solo una cosa: si vada a processo. E i processi si fanno nelle aule e non sul web. Da figlio sono sconvolto ma dico: magistrati avete tutta la nostra stima, ora vedete se la vicenda viene provata oppure no. Io aspetto e rispetto le sentenze ma da un punto di vista umano provo una grande sofferenza. Le modalità degli arresti domiciliari hanno fatto pensare a un capolavoro mediatico. Non ho mai parlato di giustizia a orologeria».

arresto, genitori, renzi


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080