Al Dolby Theatre di Los Angeles

Cinema, Oscar 2019: vince Green Book, Malek e Colman migliori attori. Tutti i film premiati

di Gilda Giusti - - Cinema, Cronaca, Cultura, Spettacolo, Top News

Rami Malek, Olivia Coleman, Regina King, Mahershala Ali

LOS ANGELES – Oscar 2019, tutti i premi della 91esima edizione. Al Dolby Theatre di Los Angeles è andata in scena la notte più importante del cinema. Una commedia di amore e amicizia, Green Book ha vinto come il miglior film alla 91ma edizione degli Academy Awards. Non era fra i favoriti ma era in qualche modo in perfetta linea con una serata i cui temi d’inclusione e d’integrazione hanno monopolizzato l’intera cerimonia. La corroborante storia del viaggio del musicista Don Shirley e del suo autista nell’America profonda e razzista degli anni Sessanta, ha vinto tre statuette importanti, oltre a miglior film, anche migliore attore non protagonista, Mahershala Ali e migliore sceneggiatura originale, scritta tra gli altri da Nick Vallelonga, attore e sceneggiatore italoamericano che si è basato sulla reale esperienza del padre, che fu davvero l’autista del musicista jazz in quell’epico viaggio che sfidò la segregazione razziale e l’intolleranza del tempo.

Lo spettacolo e i protagonisti

Miglior film ‘Green Book’ di Peter Farrely

Miglior regia ad Alfonso Cuarón per Roma

Miglior attore protagonista a Rami Malek in ‘Bohemian Rhapsody’

Miglior attrice protagonista a Olivia Colman in ‘La Favorita’

Miglior attrice non protagonista Regina King in ‘Se la strada potesse parlare’

Miglior attore non protagonista a Mahershala Ali in ‘Green Book’

Miglior film straniero ‘Roma’ di Alfonso Cuarón

Miglior sceneggiatura non originale a Spike Lee, Charlie Wachtel, David Rabinowitz, Kevin Willmott per ‘BlaKkKlansman’

Miglior sceneggiatura originale a Nick Vallelonga, Brian Currie e Peter Farrelly per il film ‘Green Book’

Miglior cortometraggio d’animazione a ‘Bao’ di Domee Shi e Becky Neiman-Cobb

Miglior cortometraggio a ‘Skin’ di Guy Nattiv e Jaime Ray Newman

Miglior cortometraggio documentario a ‘Period. End of sentence’ di Rayka Zehtabchi e Melissa Berton Miglior documentario a Elizabeth Chai Vesarhelyi e Jimmy Chin per ‘Free Solo’

Miglior trucco e acconciatura a Greg Cannon, Kate Biscoe e Paricia Dahaney-Le May per il film ‘Vice – L’uomo nell’ombra’

Miglior costume: a Ruth E. Carter per il film ‘Black Panther’ Miglior montaggio sonoro: a John Warhurst e Nina Hartstone per il film ‘Bohemian Rhapsody’

Miglior sonoro a Paul Massey, Tim Cavagin e John Casali per il film ‘Bohemian Rhapsody’

Migliori effetti speciali a ‘First Il Primo Uomo’ Miglior colonna sonora a Ludwing Goransson per il film ‘Black Panther’

Miglior canzone a ‘Shallow’ di Lady Gaga, Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt per il film ‘A Star Is Born’

Miglior montaggio a John Ottman per il film ‘Bohemian Rhapsody’ Miglior scenografia a Hannah Beachler e Bay Hard per il film ‘Black Panther’

Miglior fotografia ad Alfonso Cuarón per ‘Roma’

Miglior film d’animazione a ‘Spiderman: un nuovo universo’

Tag:, ,

Gilda Giusti

Gilda Giusti

Redazione Firenze Post
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: