Nuova sfida a tre giorni dalla Coppa Italia

Atalanta-Fiorentina (domenica, ore 18, diretta Sky), Chiesa e Muriel trascinatori. Formazioni

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Sport

Luis Muriel

BERGAMO – Si gioca un giorno prima dell’anniversario della scomparsa di Davide Astori, questa Atalanta-Fiorentina di campionato. E si porta dietro molti strascichi, questa Atalanta-Fiorentina di campionato: non solo il risultato (3-3) del match di Coppa Italia, ma anche le solite polemiche avviate da Gasperini su Federico Chiesa e gli incidenti della notte fra giovedì e giovedì con scambio di accuse fra polizia e tifosi bergamaschi.Incidenti sui quali si aspetta venga fatta finalmente chiarezza. Mentre la partita sarà, quasi certamente, del tutto diversa rispetto alla sfida di Coppa Italia. Pioli (che parla solo attraverso il monologo su Viola Channel) fa capire che vuole cambiare qualcosa. L’ideale sarebbe schierare le tre punte: Chiesa, Muriel, Simeone. La Fiorentina potrebbe pressare di più e costringere l’Atalanta a restare più bassa. In difesa, a quanto pare, non cambierà niente, anche se un turno di riposo a Vitor Hugo l’avrei dato volentieri.  L’Atalanta sarà più o meno la stessa di Firenze, tranne l’esclusione di Palomino, finito sotto gli strali di Gasperini per i presunti errori di Firenze.

PIOLI – L’allenatore viola, Stefano Pioli, parlando appunto su Viola Channel, ha detto: «Veniamo da due partite molto dispendiose, ma ora è il momento di spingere e provare a recuperare qualche punto. Di solito qualcosa si paga nella terza partita settimanale
pertanto ci sarà qualche cambio». Riguardo ad Astori, Pioli aggiunge:  «Ci manca ma allo stesso tempo è presente, è un punto di riferimento per noi, lunedì andremo tutti a San Pellegrino Terme a trovarlo».

GRITTI – Ha preferito non parlare, G«ian Piero Gasperini, lasciando il compito al vice, Tullio Gritti. Che comincia con un riferimento a Ilicic, chiamato la Nonna perchè si lamenta sempre di acciacchi e stanchezza. Ecco Gritti: «La Nonna sta bene, anzi direi benone. A tre giorni da una serata intensa, eventuali botte sono riassorbite. I bei trascorsi in maglia viola sono una motivazione supplementare». Dall’altra parte, lo spauracchio si chiama Federico Chiesa, uno dei motivi per cui l’ufficio stampa nerazzurro («Ma il Gasp almeno una
volta all”anno, perché squalificato o per dare spazio al suo staff, mi manda al suo posto») ha deciso di evitare al responsabile tecnico l’incombenza del prepartita, per scongiurare il protrarsi di polemiche che si trascinano dalla sconfitta al Franchi del 30 settembre scorso: «Una gara che stavamo tenendo in pugno almeno fino a quel famoso rigore, come è stato anche in coppa – precisa Gritti -. Federico, quando gioca a calcio, è fortissimo. Lui e Muriel hanno anche una velocità notevole. Ha davanti un grande futuro. E quanto al resto, non ha bisogno di difensori d’ufficio che gli trovino giustificazioni: gli occhi li abbiamo tutti». Il tecnico in seconda dei bergamaschi pensa che «sarà un confronto di nuovo spettacolare: la Fiorentina non è una  compagine che possa pensare di chiudersi. Certo, gli errori dell’altra sera non vanno ripetuti». A quota 38 (più 2 sulla Fiorentina) con Lazio e Torino, proprio l’ultimo killer
dell’Atalanta nella sua corsa all’Europa League, i bergamaschi vogliono fare un altro partitone.  Da Gritti anche un ricordo di Astori: «L’ho conosciuto da avversario. Rammento, il 4 marzo scorso, il dolore di Ilicic. Credo che Davide sia il patrimonio di tutti, non solo delle squadre in cui ha giocato».

Probabili formazioni

Atalanta (3-4-2-1): E. Berisha; Toloi, Masiello, Djimsiti; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Ilicic, A. Gomez; D. Zapata. Allenatore: Gasperini.

Indisponibili: Varnier

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Laurini, Vitor Hugo, Milenkovic, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson; Chiesa, Muriel, Gerson (Simeone). Allenatore: Pioli.

Indisponibili: Mirallas

Arbitro: Guida di Torre Annunziata

Tag:, , , , , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: