Firenze: Tar rimanda a Corte giustizia europea questione revoca accoglienza

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Politica

Migranti, foto d’archivio

FIRENZE – Il Tar della Toscana ha sospeso il giudizio sul ricorso presentato da due cittadini della Nigeria contro il decreto di revoca dell’accoglienza disposto nei loro confronti della prefettura di Lucca, e ha rimesso la questione
alla Corte di giustizia europea. Questa sentenza, finita nel novembre scorso sulle pagine di alcuni quotidiani, è stata
citata oggi in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario dal presidente del Tar toscano Manfredo Atzeni, come una tra le più significative del 2018. I due migranti sono stati colpiti da revoca dopo aver forzato un cassonetto per la raccolta dei vestiti, che distribuirono a altre famiglie di richiedenti asilo. La questione rimessa dal Tar alla Corte di giustizia è se la violazione di norme generali da parte dei migranti debba essere considerata automaticamente anche una violazione dei regolamenti interni dei centri di accoglienza. La questione è rilevante – si legge nella sentenza del Tar – poiché in caso di risposta negativa i ricorsi dovrebbero essere accolti con annullamento dei provvedimenti prefettizi.

Un caso esemplare di come la giustizia, anche quella amministrativa, si perda in elucubrazioni giuridiche invece di risolvere le situazioni concrete. E’ evidente che i due nigeriani hanno violato la legge, fatto molto più grave della violazione delle regole dei centri d’accoglienza. Ma i giudici del tar spaccano il capello in quattro, e magari poi daranno ragione ai poveri migranti che delinquono.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.