Skip to main content

Firenze: Salvini presenta Bocci, stavolta possiamo vincere. Contestazioni anche all’Isolotto

FIRENZE – Salvini: «Noi diamo la possibilità di scelta: dopo decenni i fiorentini hanno finalmente un candidato che può vincere, che può governare, una squadra che ha voglia di governare e ha voglia di cambiare questa città che qualcuno ha preso per un circolo del Pd». Così il ministro dell”Interno, arrivando in piazza dei Tigli, nel quartiere dell’Isolotto a Firenze, dove ha presentato il candidato a sindaco del centrodestra Ubaldo Bocci. Firenze è «una splendida città che merita tutto, non solo incentro. Noi siamo partiti da una periferia perchè vedo molti lavori e molti cantieri in centro, però Firenze non è solo il centro, non è solo piazza Duomo, ha proseguito. Sempre partiamo dalle periferie per risolvere per avere un’idea di città diversa più sicura, dove si lavora meglio, con meno tassazione locale, meno problemi di parcheggio. Quindi quello che può fare un sindaco. L’idea di città che mi sembra che la sinistra a Firenze ma anche a Prato non abbia più da tempo», ha aggiunto Salvini.

Non molte le persone presenti, qualche centinaio; Salvini ha fatto notare gli striscioni con le bandiere della pace alle finestre di alcuni palazzi della piazza: «Sono tre, e tre bandiere della pace: io rispetto tantissimo le bandiere della pace ma, se devo scegliere, alla finestra metto il tricolore», ha detto il ministro. Nel suo intervento tanti gli argomenti, dai cantieri ai suoi cavalli di battaglia: immigrazione e sicurezza.

Poco lontano dal palco una decina di contestatori con un cartello Vergogna. Da loro è andato per provare a parlarci lo stesso Bocci, «voglio essere il sindaco di tutti i fiorentini. Volevo anche capire e ho provato a dare loro la mano, ma l’hanno rifiutata», ha detto.

Prima dell’arrivo di Salvini, proprio nella Piazza dove si svolge la presentazione, è apparso uno striscione con scritto: «La paura e l’insicurezza svaniscono in un quartiere coeso, solidale ed inclusivo… Il nostro!!! Q4». Lo striscione era appeso sulla facciata di un condomino a Firenze in piazza dei Tigli dove il vicepremier presenta il candidato del centrodestra a sindaco di Firenze Ubaldo Bocci.

La giornata fiorentina del ministro dell’interno e vicepremier Matteo Salvini non si è esaurita con la presentazione a candidato sindaco per Firenze di Ubaldo Bocci. Al termine del comizio Salvini è rimasto sul palco per quasi due ore e si è concesso a tutti coloro che lo hanno seguito durante la mattinata: molti selfie con il ministro che ha dedicato particolare attenzione ai giovani e ai candidati. Insieme a Salvini era presente il commissario toscano della Lega Susanna Ceccardi che non si è sottratta alle fotografie. Il ministro dell”Interno ha lasciato l”area dopo un paio di ore e, prima di salire in auto in direzione Como, ha salutato le forze dell’ordine.


Paolo Padoin

Già Prefetto di FirenzeMail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741