Rimborsi ai risparmiatori: ipotesi, due decreti attuativi

ROMA – Due decreti attuativi, uno per definire la platea degli aventi diritto ai rimborsi e l”altro per assegnare la gestione delle erogazioni. E” questa l”ipotesi su cui si sarebbe raggiunto un accordo di massima nel governo, a
quanto si apprende da fonti di maggioranza. Sulla proposta ci sarà il confronto con i risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie, al tavolo di lunedì del premier Giuseppe Conte con le associazioni.
Il primo decreto dovrebbe definire la platea degli aventi diritto, circa 320mila persone: di queste il 90% avrebbe diritto al ristoro diretto, avendo un reddito entro i 35mila euro e un patrimonio immobiliare entro i 100mila euro; il 10% dovrebbe passare attraverso il vaglio di una commissione. Il secondo decreto servirebbe invece ad assegnare ad un ente, che potrebbe essere Consap, i poteri di erogazione dei ristori

decreti, rimborsi, risparmio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080