Si accerta se vi siano anche morti

Sri Lanka: almeno 138 morti e oltre 200 feriti, bombe in chiese e hotel, colpiti anche turisti stranieri

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

COLOMBO – Esplosioni hanno colpito stamattina nel giorno di Pasqua tra la capitale Colombo e altre città dello Sri Lanka. Le forze di sicurezza dello SriLanka affermano che sei esplosioni simultanee hanno colpito tre chiese e tre hotel del paese, frequentati anche da turisti stranieri. Al momento sarebbero tra gli 80 e i 150 i feriti, secondo bilanci non ufficiali. Mentre non è ancora chiaro il numero di eventuali morti.Nel paese dell’Asia meridionale la minoranza cristiana è circa il 7,5% della popolazione.

IN AGGIORNAMENTO ore 8,05  – Una delle chiese colpite dall’esplosione era Sant’Antonio a Colombo. Le altre due erano San Sebastiano a Negombo, a circa 30 chilometri dalla capitale e una chiesa a Batticaloa, a 250 chilometri a est della capitale. Secondo quanto riferiscono fonti della polizia e dell’ospedale di Batticaloa, il bilancio in quella città sarebbe di almeno 25 morti.  Nella capitale, Colombo, il bilancio sarebbe di altri 25 persone uccise.

Il portavoce della polizia Ruwan Gunasekera ha detto che i feriti sono stati evacuati mentre le forze di sicurezza hanno isolato le aree e sono in corso delle operazioni. Tra i feriti ci sarebbero anche dei cittadini stranieri che soggiornavano nei tre hotel a cinque stelle colpiti: Cinnamon Grand, Kingsbury e Shangri-La, situati nel cuore di
Colombo. La sicurezza nella capitale e nell’aeroporto, intanto, è stata intensificata in seguito alle esplosioni. I feriti sarebbero oltre 200. I morti sono saliti a almeno 138.

 

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: