Organizzato dall'associazione Save the City

Firenze: confronto fra i candidati sindaco, al centro del dibattito sicurezza e infrastrutture

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

FIRENZE – Un interessante e animato dibattito fra i candidati a sindaco di Firenze è stato organizzato alla Certosa al
dall’associazione Save the City.

SICUREZZA – «Che questa città sia insicura lo sappiamo tutti» ha detto Ubaldo Bocci, candidato sindaco del
centrodestra a Firenze. «Se voi siete convinti che questa sia una città sicura – ha detto, indicando al pubblico il
sindaco uscente Dario Nardella seduto accanto a lui – allora fate bene a confermare questo signore che è in Palazzo Vecchio da 15 anni: c’era bisogno di aspettare un mese dalle elezioni per assumere nuovi vigili?».
Nardella ha osservato che «i cittadini pagano le tasse allo Stato, che deve prendersi cura della sicurezza dei cittadini,
mentre la Lega che sostiene Bocci punta sulla giustizia fai da te che è sbagliata», ricordando che con la sua riconferma a sindaco si arriverà a 200 vigili di quartiere in più e mille telecamere. Fra gli altri candidati, Saverio Di Giulio (Casapound) ha proposto «un grande piano partecipato condiviso coi cittadini per rimettere al centro il presidio del territorio, mentre Fabrizio Valleri (Libera Firenze) sostiene che «la prima sicurezza è un’inversione di mentalità, devono tornare i residenti, moltiplicando i centri civici e rionali».

INFRASTRUTTURE – Sulle infrastrutture «Firenze non può rimanere ferma al palo». Lo ha affermato Dario Nardella, ribadendo la sua posizione favorevole al potenziamento dell’aeroporto, alla realizzazione del sottoattraversamento Tav e della stazione Foster, e al completamento della rete tramviaria.
I candidati rivali si sono dichiarati contrari agli attuali progetti per la tramvia, con l’eccezione di Antonella Bundu
(sinistra), Andres Lasso (Verdi) e Mustafa Watte (Punto e a capo): quest’ultimo è favorevole anche al potenziamento
dell’aeroporto, così come Saverio Di Giulio (CasaPound) e Ubaldo Bocci (centrodestra), il quale è contrario al progetto di stazione Foster. «Firenze – ha detto Bocci – deve essere centrale nella Tav, la Foster è un di cui. Dopo aver speso 800 milioni ancora non si è scavato un metro di tunnel».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: