Skip to main content

Messico: bloccati 1000 migranti diretti negli Usa, ma i negoziati per i dazi sono in stallo

CITTA’ DEL MESSICO – Le autorità messicane hanno avviato oggi nello Stato meridionale di Chiapas una operazione per bloccare una carovana di circa 1.000 migranti provenienti dal Guatemala, entrati in Messico all’alba con l’obiettivo di raggiungere la frontiera degli Stati Uniti. Lo riferisce la tv Milenio. L’operazione avviene mentre è in corso a Washington un incontro fra il ministro degli Esteri messicano, Marcelo Ebrard, e il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo che per ora si è concluso con un nulla di fatto.
Sulla vicenda pende la minaccia del presidente americano Donald Trump di colpire immediatamente tutti i beni importati dal Messico con dazi del 5%. Non solo: l’amministrazione statunitense ha anche minacciato di alzare tali dazi fino al 25% entro ottobre se il Messico non porrà rimedio al flusso illegale di immigrati.
Nelle trattative sono stati fatti progressi, ma non abbastanza, twitta Trump sottolineando che le trattative riprenderanno oggi. Se nessun accordo sarà raggiunto, dazi del 5% scatteranno lunedì e saliranno gradualmente. Più saliranno i dazi, maggiore sarà il numero di società che si sposteranno negli Stati Uniti, afferma il presidente Usa.

dazi, Messico, migranti, usa


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741