Sempre la stessa solfa

Migranti: Open Arms ne salva per strada altri 69, adesso sono 124 a bordo, diretti in Italia

di Paolo Padoin - - Cronaca

ROMA – La  nave ong Open Arms salva migranti ovunque, sembra avere straordinari poteri che le fanno individuare in anticipo i luoghi dove i presunti naufraghi sono in difficoltà. «Sono 69 le persone salvate la scorsa notte» al largo della Libia. Lo riferisce la ong Open Arms in un tweet, riferendo che a bordo della propria nave ci sono complessivamente 124 naufraghi. «Abbiamo bisogno di un porto sicuro per sbarcare», aggiunge la ong.

Le persone salvate – scrive ancora Open Arms – hanno segni evidenti delle torture subite in Libia. Tra i naufraghi ci sono due bimbi, due donne in gravidanza, una di nove mesi con contrazioni.

Il gommone soccorso da Open Arms si trovava a circa 70 miglia dalle coste di Zuwarah, in acque internazionali, e la sua posizione è stata segnalata alla Ong catalana da Alarm Phone, il servizio telefonico che fornisce ai migranti un numero da chiamare in caso di difficoltà. In mattinata, ha scritto su twitter Alarm Phone, «siamo stati chiamati da circa una cinquantina di persone che erano in difficoltà nel Mediterraneo centrale”. I migranti “erano partiti dalla Libia la scorsa notte e una volta ottenuta la loro posizione Gps – dice ancora Alarm Phone – abbiamo informato le autorità e Open Arms che era nelle vicinanze».

Sempre lo stesso schema, Alarm Phone si mette in contatto con i migranti che fuggono e dicono di trovarsi in difficoltà, casualmente una nave Ong è nelle vicinanze, li raccatta e li porta in Italia.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.