Skip to main content

Inflazione + 0,5%, maggiore spesa di 203 euro l’anno per le famiglie

ROMA – L’inflazione allo 0,5% si traduce in una maggiore spesa da +203 euro annui per una famiglia con due figli (+154 euro la famiglia tipo), ma ad incidere sull’aggravio per le tasche dei consumatori è la voce alimentari che, ad agosto, registra una forte accelerazione su base annua. Lo afferma il Codacons, commentando i dati diffusi oggi dall’Istat. «Se da un lato il tasso generale di inflazione rimane su livelli bassi – dice il presidente dell’associazione Carlo Rienzi – dall’altro le voci che più incidono sui bilanci familiari registrano una crescita sostenuta. Il classico carrello della spesa, infatti, viaggia a un ritmo doppio rispetto all’inflazione (+1%), ma ad allarmare è l’aumento dei prezzi per il comparto alimentare: ad agosto la voce ‘Prodotti alimentari e bevande analcoliche’ sale infatti del +1,1% rispetto ad un anno fa, e questo significa che una famiglia con due figli dovrà mettere in conto una maggiore spesa per l’alimentazione pari a +84 euro annui. I dati Istat dimostrano come la crescita dei prezzi per i beni più acquistati dalle famiglie sia sensibilmente maggiore rispetto agli altri beni e servizi del paniere. Tale situazione incide in modo particolare sulle famiglie a basso reddito e sui nuclei numerosi, trattandosi di beni indispensabili come gli alimentari di cui non è possibile fare a meno», conclude Rienzi.

consumatori, crrello, spesa

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741