La Presidente nazionale Confesercenti

Confesercenti: no a nuove imposte su consumi e famiglie

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

ROMA – «Gli aumenti di imposta sui consumi e sulle famiglie prospettati in questi ultimi giorni ci preoccupano enormemente: tra tasse sul contante, taglio delle agevolazioni sul carburante e incrementi selettivi IVA, si poterebbe nascondere una stangata di oltre 5 miliardi di euro. Sistemare il bilancio con nuovi aumenti della pressione fiscale e’ la classica cura che rischia di uccidere il paziente: la crescita dell’economia».

Cosi’ Patrizia De Luise, Presidente nazionale di Confesercenti, interviene sulle ipotesi di incremento della tassazione che potrebbero entrare nella manovra. «La priorita’ e’ rimettere i soldi in tasca alle famiglie: su questo tutte le associazioni di impresa sono concordi, come e’emerso dalle consultazioni di questa estate a Palazzo Chigi con il Conte I. Troviamo particolarmente fuorviante, poi, associare la maggiore diffusione della moneta elettronica alla lotta all’evasione: i pagamenti elettronici sono utili, perche’ il denaro contante ha un costo, anche in sicurezza. Ma non e’ l’uovo di colombo contro l’evasione, che spesso viene fatta in sede di bilancio: si puo’ evadere anche in un mondo completamente cashless. Su questo evitiamo di prendere in giro gli italiani. Tassare i contanti o introdurre un’IVA differenziata per spingere i pagamenti con carte e bancomat e’ una follia»

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: