Skip to main content

Migranti: 12 naufraghi muoiono nel Mar Egeo, là le navi Ong non incrociano

ATENE – L’ennesima tragedia dei migranti si è consumata nel mar Egeo, dove il naufragio di un’imbarcazione ha causato la morte di almeno 12 migranti, tra cui alcuni bambini. Fino ad ora risultano 21 superstiti, salvati dalla Guardia Costiera.  Quest’ultima ha specificato che le operazioni di salvataggio vanno avanti a sud est dell’isola greca di Paxi, rendendo noto che vi sono anche dei dispersi, poichè si ritiene che a bordo dell’imbarcazione vi fossero 50 migranti circa.

Sconosciuta ancora la nazionalità dei migranti morti, alcuni dei quali si ritiene fossero afgani. Le ricerche vanno avanti con l’aiuto di un elicottero, sono tuttavia pochissime le speranze di ritrovare in vita gli altri migranti. Secondo Unhcr, l’agenzia Onu che si occupa dei rifugiati, nel 2019 sono stati 74.500 i migranti passati dalla Turchia alla Grecia.

Probabilmente i migranti che gravitano verso la Grecia non sono ritenuti degni d’attenzione dalle navi ong, che incrociano sulla rotta verso l’Italia, a conferma di una precisa strategia che sta dietro la loro azione.

migranti, morti, naufragio


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741