Messina: 11 arresti, maxioperazione contro la corruzione, coinvolti anche funzionari pubblici

MESSINA – E’ in corso dall’alba di oggi una maxi operazione della Squadra mobile di Messina che sta eseguendo undici arresti, per corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e della fittizia intestazione di beni. In manette anche un funzionario pubblico di Messina e un altro di Trapani. L’inchiesta, chiamata ‘Ottavo cerchio’, ha preso il via la notte di Capodanno del 2019, quando furono sparati dei colpi di pistola contro la saracinesca di unesercizio commerciale, una tabaccheria sita in zona Camaro. In un primo momento l’episodio “pareva integrare gli estremi di un preciso segnale intimidatorio rivolto ai titolari dell’esercizio per un possibile intento estorsivo”, dicono gli inquirenti. E’ venuta così alla luce “l’esistenza di un sistema di corruzione che coinvolgeva, a vario titolo, persone operanti sia nel settore pubblico che in quello privato”. Quattordici, in totale, le persone indagate, undici delle quali raggiunte da misure cautelari. È anche in corso di esecuzione il sequestro preventivo del complesso di beni e utilità economiche di unasocietà commerciale. I dettagli dell’azione di polizia giudiziaria saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà nei locali della Questura di Messina per le ore 11 di oggi.

arresti, corruzione, Messina


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080