Skip to main content

Carceri in rivolta, anche il Pd chiede interventi urgenti


ANSA / CIRO FUSCO

ROMA – Non è stato soltanto il fascioleghista Salvini (definizione della sinistra) a chiedere, ancor prima dei gravi fatti di ieri e di oggi, un intervento per le carceri. Adesso se ne accorgono anche quelli del Pd che, essendo al Governo, sono corresponsabili con il ministro Bonafede.

«In un quadro del Paese di reale emergenza, anche la situazione delle carceri suscita grande preoccupazione.I fatti di Modena, quelli accaduti e in corso in altri istituti destano vero allarme. Occorre agire subito. Per questo abbiamo chiesto al Ministro della Giustizia Bonafede, insieme con il Sottosegretario Andrea Giorgis, di assumere al piu’ presto urgenti decisioni in grado di prevenire aggravamenti di una situazione che rischia di esplodere». Cosi’ in una nota il deputato e responsabile Giustizia del Pd Walter Verini. «E di farlo condividendole con le rappresentanze di Provveditorati e direttori, Polizia Penitenziaria, magistratura di sorveglianza, Garanti dei detenuti. E’ in gioco la tutela degli agenti di polizia penitenziaria, delle persone detenute, di tutto il personale che opera negli istituti penitenziari – aggiunge -. Sono in gioco la difesa della salute e della sicurezza di tutti. Il Decreto contiene gia’ alcune misure, e vanno spiegate e applicate al piu’ presto. Altre possono e devono essere prese, per allentare la tensione, nel piu’ breve tempo possibile, decidendole insieme a tutti i soggetti coinvolti. Abbiamo detto al Ministro che non si deve perdere tempo». Finalmente parole sagge.

Bonafede, carceri, pd


Paolo Padoin

Già Prefetto di FirenzeMail

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741