Il niet di Olanda, Finlandia e Austria

Coronavirus Eurogruppo: nessun accordo, discussione rinviata a giovedì, cancellata conferenza stampa

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano, Salute e benessere

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA – L’Eurogruppo in videoconferenza, dopo 16 ore di trattative, è stato sospeso, senza un accordo sulle misure necessarie per affrontare le conseguenze socioeconomiche della pandemiadi Covid-19, e riprenderà domani. La conferenza stampa prevista per le 10 di stamani dovrà essere cancellata, dato che la riunione è stata sospesa e continuerà domani. I dettagli verranno annunciati più tardi, ha comunicato il portavoce del presidente dell’Eurogruppo, Luis Rego.

«Vari ministri avevano impegni nei rispettivi Paesi nella giornata di oggi, quindi la riunione, che è andata avanti per tutto ilpomeriggio, la sera, la notte e nelle prime ore di questa mattina, è stata aggiornata. Ministri delle finanze dell’Ue non sono riusciti a trovare un accordo su strumenti fiscali che possano attenuare l’impatto economico della pandemia del coronavirus. Dopo 16 ore di discussioni che si sono protratte per tutta la notte dimartedì, i ministri sono arrivati vicini a un accordo ma non ci siamo ancora. L’Eurogruppo continuerà le discussioni giovedì»,ha scritto su Twitter il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno

Il principale ostacolo sulla strada diun accordo nell’Eurogruppo sarebbe la condizionalità legata alle Eccl, le linee di credito a condizioni rafforzate, del Meccanismo Europeo di Stabilità, condizionalità che i Paesi nordici (Olanda, Finlandia e Austria) vorrebbero a due stadi (prima leggera, poi riforme per aumentare la competitività). ltalia, Spagna e altri Paesi non vogliono alcuna condizionalità legata all’utilizzo delle risorse del Mes (del quale l’Italia è il terzo sottoscrittore, dopo Germania e Francia). Lo apprende l’Adnkronos da fonti diplomatiche Ue. Il resto delle questioni sul tappeto è di rilievo minore rispetto al Mes. A quanto si apprende, il negoziato, che è durato oltre 16 ore, è stato abbastanza acceso; l’Italia e gli altri Paesi favorevoli ai coronabond hanno tenuto le posizioni sul fondo per la ripresa, proposto dalla Francia. Su questo punto le posizioni si sono ravvicinate, ma senza un accordo sul Mes tutto potrebbe essere rimesso in discussione, perché nel pacchetto di misure tutto si tiene. Vedremo domani se i ministri riusciranno a trovare un accordo, prima di passare la palla ai capi di Stato e di governo, che potrebbero riunirsi di nuovo dopo Pasqua.

Cinguetta anche il nostro ministro delle finanze Roberto Gualtieri: «Nonostante i progressi nessun accordo ancora all’#Eurogruppo. Continuiamo a impegnarci per una risposta europea all’altezza della sfida del #COVID19. E’ il momento della responsabilita’ comune, della #solidarieta’ e delle scelte coraggiose e condivise»

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: