Basilica e Tesoro di San Lorenzo: non più audioguide, ma un’app (MyWoWo) da scaricare sul cellulare

FIRENZE – La pandemia da coronavirus ha causato danni enormi anche al mondo culturale, ai musei, basiliche, biblioteche, che non solo sono restate chiuse durante il lockdown, ma dovranno riadattare completamente la loro organizzazione di visite e mostre all’atto della riapertura. Abbiamo già avuto notizia con grandi strombazzamenti dei progetti deli Uffizi, che riaprono con la presenza scontata del direttore Eicke Schmidt, ma anche altre istituzioni si sono date da fare, abbiamo appreso notevoli iniziative del Duomo e di santa Croce, tanto per citare alcune fra le più famose.

Altri hanno intanto dato il via a visite virtuali del complesso, come l’Opera Medicea Laurenziana, che da tempo, ancor prima che si parlasse di coronavirus, aveva programmato la creazione di un’app dedicata alla visita del complesso mediceo (Basilica, Chiostri e Tesoro), da scaricare sul telefono portatile (iphone o smartphone), dei visitatori. App che è in corso di produzione e che sarà compresa nel prezzo del biglietto.

Abbiamo infatti firmato un contratto con Stratos Baschenis, ceo di MyWoWo, la startup che ha sviluppato TravelMate. Un’App che non è solo un’audioguida  ma molto di più, perché non si limita a offrire contenuti audio ai visitatori, ma racconta la storia del complesso, propone foto e illustrazione delle varie opere, e soprattutto, in tempi di coronavirus, non ha la necessità di sanificazione dopo ogni utilizzazione, visto che ciascun visitatore conserva il proprio apparecchio con l’app registrata.

Per chi volesse un’anticipazione, questo è il link al sito di MyWoWo, con le spiegazioni di san Lorenzo. Non è ovviamente l’app che verrà proposta, ma rende l’idea.

app, Mywowo, san lorenzo


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080