Skip to main content

Gomme invernali: il 15 giugno scade il termine per il cambio

FIRENZE – Ricordiamo che Il 15 giugno scade il termine per sostituire gli pneumatici invernali. La prevista data del 15 maggio venne prorogata di un mese da un’apposita circolare del Ministero Infrastrutture e Trasporti causa emergenza Covid19, al fine di evitare disagi e code dai gommisti per mettersi in regola. Da martedi 16, pertanto, l’ utilizzo delle coperture invernali M+S con un indice di velocità inferiore a quello indicato sulla nostra carta di circolazione comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa prevista dall’articolo 78 del C.d.S.: da un minimo di 431,00 a un massimo di 1.734,00 euro e contestuale ritiro del documento di circolazione del veicolo, come sanzione accessoria, per l’aggiornamento all’Ufficio provinciale della motorizzazione civile territorialmente competente. Il pagamento è ridotto a euro 301,70 qualora esso venga effettuato entro i 5 giorni dalla contestazione.

L’indice di velocità è un codice alfanumerico che corrisponde alla velocità massima alla quale lo pneumatico può tecnicamente viaggiare, al di là naturalmente dei limiti previsti dal codice della strada. E’ la lettera, che può variare da Q a Y, riportata alla pagina 3 del documento di circolazione, alla fine della rigapneumatici. Le possibilità che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti concede – e scritte sulla carta – sono almeno due o tre, in ordine crescente.

Prendiamo il caso che l’ indice di velocità presente sulla carta di circolazione sia T. La lettera in questione deve corrispondere a quella scritta sul fianco di ogni nostro pneumatico. E’ possibile – unicamente nel caso di uso di coperture invernali nel periodo in cui vige l’obbligo di montarle, cioè dal 15 novembre al 15 aprile – poter usare gomme con un indice di velocità inferiore, ma di un solo livello, ad esempio S anziché T e non anche R al posto di T. In estate, invece, è obbligatorio che la che appare sullo pneumatico corrisponda puntualmente a quella della carta di circolazione.

Sono esentati dal sostituirle gli utenti che montano un treno di gomme quattro stagioni che permettono prestazioni di compromesso tra la stagione invernale e quella estiva. Chi scrive rimane comunque del parere che sia conveniente, ai fini di una più elevata sicurezza sulla strada, circolare nel periodo estivo con gomme dalla mescola e dal battistrada adeguati, più aderenti e maneggevoli, e con vantaggi significativi in termini di consumo di carburante, della batteria e degli pneumatici stessi. Come dire, che al pari del nostro guardaroba è opportuno che anche le scarpe del veicolo passino da quelle invernali alle estive.

ammenda, gomme invernali, polizia stradale, ritiro libretto di circolazione, sanzioni, scadenza 15 giugno


Sergio Tinti

già Comandante Polizia Stradale della Toscana

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741