Voto piattaforma Rousseau

M5S come gli altri: si doppio mandato e alleanze. Ma in Toscana Ia Galletti dice no a Giani

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Politica, Top News

Vito Crimi, capo politico del M5S

ROMA – Marco Travaglio, ispiratore e difensore del grillismo, l’aveva scritto stamani, 14 agosto: il voto dei simpatizzanti sulla piattaforma Rousseau doveva essere l’«esame di maturità». Basta il divieto di doppio mandato e basta alla regola di non allearsi ai partiti tradizionali. Anche se in Toscana, la candidata governatore, Irene Galletti, ha detto subito di non pensarci nemmeno ad allearsi con Eugenio Giani, candidato del Centrosinistra. Ma andiamo oltre: in sostanza, il Movimento Cinque Stelle è diventato un partito-movimento uguale a tutti gli altri, a scapito dei tanti proclami fatti nelle campagne elettorali di avvicinamento alle poltrone del potere. E naturalmente nessuno scandalo se si scopre che uno dei parlamentari che si sono approfittati del bonus da 600 euro destinato ai professionisti malmessi dal Covid-19, Rizzone, è un grillino. Duri e puri finchè conviene, poi uguali agli altri. Grazie all’«esame di maturità». Per non parlare dei risultati del governo Conte bis che, a forza di distribuire piccole mance e aiuti per comrare i monopattini, ha mandato in rovina questo Paese. E Beppe Grillo non strilla più: ora va bene così.

E allora andiamo a vedere il risultato della piattaforma Rousseau. Sì alla modifica del cosiddetto mandato zero e alle alleanze con i partiti tradizionali sul territorio. La base 5 Stelle ha deciso: alle 12 si è conclusa la votazione su Rousseau, con il via libera ai due quesiti proposti dal capo politico Vito Crimi. Sono 39.235 i voti favorevoli al quesito sul mandato zero (80,1%), mentre i sì alle alleanze sono stati 29.196 (59,9%).

Hanno partecipato alle due votazioni un totale di 48.975 aventi diritto che hanno espresso complessivamente 97.685 preferenze, si legge in un post sul Blog delle Stelle. Grazie all’esito di questa votazione, il sindaco di Roma Virginia Raggi potrà candidarsi alle elezioni del prossimo anno per un nuovo mandato. Stesso discoso per la sindaca di Torino, Chiara Appendino. Come tutti gli uscenti, vogliosi di essere rientranti.

Tag:, , , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: