Finale a Colonia

Inter-Siviglia (venerdì, ore 21, diretta Tv8): Lautaro e Lukaku vogliono l’Europa League. Formazioni

di Paulo Soares - - Cronaca, Sport

Lautaro Martinez: vuole fortemente Coppa. Sa di avere su di sè gli sguardi di tutt’Europa

COLONIA – Dopo 10 anni, esattamente dall’annata storica del triplete di Mourinho, l’Inter vuole alzare un’altra Coppa di prestigio. Antonio Conte considera questa finale di Europa League contro il Siviglia come un viatico per raggiungere poi altri traguardi: tipo lo scudetto nazionale e la Champions. Del resto, è vero che il Siviglia viene definito lo specialista dell’Europa League, avendola vinta 5 volte in 14 anni, ma è altrettanto vero che il peso specifico nerazzurro, soprattutto là davanti, con Lautaro Martinez e Lukaku, è molto elevato. Si sa bene che in una finale può sempre succedere tutto e che i rischi, per entrambe le squadre, non mancano, ma Conte si fida della sua formazione: sa che vincendo potrebbe chiedere al giovane presidente Zhang qualche altro sacrificio per la prossima stagione, soprattutto a metà campo e in difesa. In modo da rendere questa Inter quasi perfetta. Ma intanto deve portare a casa il trofeo. Il presidente sarà lì, in tribuna, come avvenuto nella fortunata semifinale contro lo Shakhtar.

Il Siviglia si porta dietro grande esperienza, e un allenatore, Lopetegui, tutt’altro che sprovveduto. Però la portenza di fuoco dell’attacco Lu-La (Lukako-Lautaro) è enorme e sono veramente poche, oggi, le formazioni, in tutto il mondo, che possono esibire un tandem così forte. Non a caso, c’è chi fa la corte all’Inter per predere almeno uno dei suoi cannonieri: il Barcellona, in fase di ricostruzione, sta cullando il sogno di predere Lautaro. Ma per Conte non se ne parla nemmeno. E l’allenatore, come detto, avrà ancora più forza nel preparare la prossima stagione, che è alle porte, nonostante il prolunga,ento fuori tempo della vecchia, se riuscirà a vincere l’Europa League. A metà campo, il Siviglia si affida, anora una volta, al veterano argentino Banega, ma l’Inter, con Brozovic, Barella e Younh, oltre a Gagliardini se indovina la serata, non dovrebbe soffrire. Naturalmente occorre non sbagliare nulla: basterebbe pochissimo per far pendere la bilancia dall’altra parte. Il manchester United, in semifinale, ha mostrato supponenza ed è stato punito. L’Inter deve giocare con umiltà e determinazione. E con la massima concentrazione per vincere il trofeo e fare anche del bene al calcio italiano.

Probabili formazioni

SIVIGLIA (4-3-3): Bounou; Navas, Koundé, Diego Carlos, Reguilón; Banega, Fernando, Jordán; Suso, En-Nesyri, Ocampos. All. Lopetegui

INTER (3-5-2): Handanovič; Godín, De Vrij, Bastoni; D’Ambrosio, Barella, Brozović, Gagliardini, Young; Martínez, Lukaku. All. Conte

Arbitro: Makkelie  (Olanda)

Tag:, , , , , , , ,

Paulo Soares

Paulo Soares

redazione@firenzepost.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: